Juventus, presentato un altro ricorso per lo Scudetto del 2006

La Juventus ha presentato un nuovo ricorso contro l’assegnazione dello Scudetto 2006 all’Inter in seguito allo scando di Calciopoli

Continua la querelle legale tra la Juventus e l’Inter. Andrea Agnelli nella giornata di ieri, infatti, ha presentato un nuovo ricorso, l’ennesimo, contro l’assegnazione dello Scudetto 2006 ai nerazzurri, dopo che il club bianconero è stato retrocesso in ultima posizione in seguito dello scandalo denominato Calciopoli.

Juventus: chiesto annullamento assegnazione scudetto 2006

La società bianconera, nella persona del presidente Andrea Agnelli, ha, infatti, depositato al Collegio di Garanzia del CONI il ricorso contro l’assegnazione dello scudetto 2006 all’Inter. Il club bianconero, nello specificio, e secondo quanto si può leggere sull’edizione on-line della Gazzetta dello Sport, chiede “l’annullamento del lodo con cui nel 2011 il Tnas si era dichiarato incompetente a decidere sul ricorso della Juve contro la mancata revoca dello scudetto 2006“.

Inoltre la società bianconera nel nuovo ricorso chiede “che sia accolta invece l’istanza di arbitrato e che siano annullati tutti gli atti che hanno portato il titolo al club nerazzurro”. Insomma, per il club bianconero il titolo di Campioni non va assegnato e quindi l’Inter si vedrebbe revocare il successo numero 14, definito dall’allora presidente nerazzurro Massimo Moratti come uno dei più belli vinti dai nerazzurri.

Massimo Moratti
Massimo Moratti

Scudetto 2006 a dicembre altro no della Cassazione

Nonostante i rapporti tra le due società sembrano distesi, i bianconeri continuano a ricorre alla giustizia per togliere il titolo ai nerazzurri. Prima del nuovo ricorso presentato da poco, sulla vicenda si era espressa anche la Cassazione nello scorso mese di dicembre.

Bocciatura arrivata per una questione di competenza. La Cassazione ha, infatti, stabilito definitivamente che la controversia rientrava nella giurisdizione esclusiva degli organi sportivi in base al “principio di autonomia dell’ordinamento sportivo nazionale”, che “costituisce l’articolazione italiana di un più ampio ordinamento autonomo avente una dimensione internazionale”.

 

ultimo aggiornamento: 13-01-2019

X