Juventus-Roma, Di Francesco: “Siamo stati poco cinici e cattivi”

Le parole di Eusebio Di Francesco al termine di Juventus-Roma, gara vinta dai bianconeri per 1-0.

Deluso ma non troppo. Così Eusebio Di Francesco si presenta ai microfoni di Sky Sport dopo la sconfitta di misura della sua Roma contro la Juventus. Queste le sue parole: “La squadra dopo quella che è stata la partita di oggi possiamo dire che poteva fare di meglio. Siamo entrati male in partita, ma poi siamo andati a migliorare, specie nell’attacco della porta. Siamo stati poco cinici e cattivi contro una squadra che concede poco a tutti. L’Inter qui ha fatto mezzo tiro in porta, noi abbiamo creato tanto, ma potevamo essere più lucidi nell’interpretazione del primo tempo. Peccato, non voglio parlare sempre di sfortuna. Diciamo che è un nostro difetto, dobbiamo lavorare e migliorare. Questo non ci deve sminuire, i ragazzi devono capire che abbiamo la forza per poter giocare con squadre come la Juve, che si permette di tenere fuori Dybala. L’occasione di Schick? Abbiamo bisogno di positività, gli errori non sono questi ma altri, come il calcio d’angolo da cui abbiamo preso il gol“.

Juventus-Roma, Di Francesco: “Dobbiamo convincerci che siamo al livello della Juve

Il tecnico giallorosso ha quindi proseguito: “Su questa partita cerchi di cambiare la mentalità, cerchi di modificare tutto, invitando i giocatori ad andare ad attaccare gli avversari. Poi è normale che puoi trovare squadre forte e importanti come la Juventus. Però se tu veramente non c’eri non facevi quegli ultimi venticinque minuti con quella forza e fisicità. Devo convincere i miei ragazzi che si può fare risultato anche qui. Sul gol i miei difensori sono stati molto ingenui, sono stati leggerini nel capire il pericolo. Modificare il modulo? Non volevo improvvisare in questa gara un qualcosa che stiamo provando già dal ritiro. Con Schick il 4-2-4 è però un’opzione valida. Nainggolan? Un po’ è arrivato al tiro anche qua. Io chiedo molto ai centrocampisti di andare un po’ più dentro l’area, devo perseverare in questo. Su Pjanic dovevano esserci pressioni maggiori, ogni tanto siamo arrivati in ritardo. L’avevamo preparata diversamente“.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 23-12-2017

Mauro Abbate

X