Kessié: "Giampaolo aveva bisogno di tempo. Ora dobbiamo reagire"

Kessié: “Giampaolo aveva bisogno di tempo. Ora dobbiamo reagire”

Il centrocampista ivoriano ha parlato ai microfoni di Sport Mediaset. Ecco le sue dichiarazioni.

Milan, Franck Kessié è uno dei pilastri della squadra rossonera. Lo è stato con Gattuso e con Giampaolo e lo sarà, con ogni probabilità, anche con il nuovo tecnico Stefano Pioli. “Ho appreso la notizia mentre ero in Nazionale – ha dichiarato ai microfoni di Sport Mediaset in merito al cambio in panchina – siamo giocatori, qualunque sia l’allenatore dobbiamo sempre dare il massimo. Dobbiamo agire da professionisti e fare quello che dobbiamo fare, fino alla fine”.

Secondo il centrocampista ivoriano, Marco Giampaolo aveva solo bisogno di tempo: “C’era un sistema di gioco diverso, per fare quello che ci chiedeva l’allenatore avevamo bisogno di tempo. Ma quando metti la maglia di un club come il Milan non c’è tanto tempo a disposizione, c’è pressione. Mi dispiace per Giampaolo. È mancato questo, un po’ di tempo per fare quello che voleva”.

La strada, però, è apparsa subito in salita: “C’era tanto lavoro da fare, quando arrivano un nuovo allenatore e un nuovo staff bisogna dare il giusto tempo per lavorare. Ha iniziato la preparazione senza alcuni giocatori, molti di noi sono arrivati dopo e bisognava inserirsi in gruppo. Per questo abbiamo fatto fatica nelle prime sette giornate”.

Il centrocampista Franck Kessié (Milan-Lazio) Bakayoko Milan mercato Milan
https://www.facebook.com/ACMilan/photos/pcb.10156071275591937/10156071269586937/?type=3&theater

Franck Kessié: “Piatek è carico”

Una considerazione anche sull’arrivo di Stefano Pioli: “Non ho mai lavorato con lui, ora ho la possibilità di farlo. Tutti siamo pronti a dare il massimo, mentalmente siamo forti e carichi per il prossimo weekend il campionato. Dobbiamo reagire e dare il massimo per lottare fino alla fine per il nostro obiettivo. Siamo determinati, ma lo eravamo anche prima. Come detto, è mancato solo il tempo”.

Si parla anche di Piatek e delle difficoltà del pistolero: “Per Giampaolo – ha affermato Franck Kessié – il rigorista era Piatek, per dare confidenza all’attaccante. Mi trovo bene e scherzo con tutti. Piatek è una punta e quando una punta non segna non sta bene. Ma è tornato carico dalla Nazionale”.

Il Milan ha bisogno di ripartire subito: “Chiedo ai miei compagni e a me stesso di fare come abbiamo fatto finora, essere professionisti. Il calcio è così, ci sono momenti difficili, non si può vincere sempre. Dobbiamo sempre lavorare e dare il massimo per tornare a sorridere”.

Ecco un video con alcune giocate di Franck Kessié:

ultimo aggiornamento: 16-10-2019

X