Rino Foschi lo scoprì ai tempi del Cesena: “Mi serviva un difensore, mi segnalarono lui che a Tolone aveva stregato tutti“.

C’è sempre qualcuno da ringraziare quando si raggiungono traguardi importanti. Per Franck Kessié, nuovo centrocampista del Milan, questo qualcuno è Rino Foschi, che da direttore sportivo del Cesena lo portò per primo nel campionato italiano. Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, il dirigente ha raccontato: “Avevo bisogno di un difensore e Corti mi aveva segnalato Franck, che a Tolone aveva stregato tutti con la Costa d’Avorio, giocando in più ruoli. La famiglia Percassi mi ha dato una mano e il ragazzo è entrato subito in sintonia con l’allenatore Drago: a Perugia debutta al centro della difesa, ma poi si sposta a centrocampo e non esce più… I primi tempi? Era spaesato ma Kone gli ha dato una grande mano. È andato a vivere da solo e ha imparato a seguire bene le nostre regole: soprattutto quelle alimentari. E io ogni tanto provavo a farlo sorridere. Aveva bisogno di attenzioni, di una guida. È stato bravissimo perché si è impeganto con tanta serietà e i risultati si sono visti“.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Foschi su Kessié: “Ha voglia di arrivare e personalità

Il direttore sportivo si avventura poi in un paragone importante nell’ambiente rossonero: “All’Atalanta ha dimostrato di avere una forza caratteriale enorme. Farà strada, per me è il Gattuso nero. Le sue qualità di incontrista sono al di sopra della norma, ha voglia di arrivare e una forte personalità, rispetto a Ringhio ha anche piedi migliori…“. Per Foschi è dunque un’ottima scelta per la dirigenza del Milan, che si appresta a costruire una squadra capace di competere con le migliori: “L’aveva cercato la Juve, poi tutti sanno com’è andata con la Roma. I rossoneri sono stati bravi ad anticipare la concorrenza. Diamogli fiducia e Kessié saprà dare le risposte che tutti si aspettano“.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

milan

ultimo aggiornamento: 04-06-2017


Milan, Deulofeu annuncia il suo futuro: “Deciderò dopo l’Europeo”

Nazionale, Ventura: “Gli juventini avranno più rabbia e stimoli per ripartire”