L’esercito ucraino sta avanzando nel sud per riconquistare i territori.

L’Ucraina avanza nel Kherson, dopo la conquista della cittadina strategica del Donetsk Lyman, le truppe di Kiev avanzano. Ad annunciare le “buone notizie” per l’Ucraina è il presidente Volodymyr Zelensky che ha sottolineato che le forze armate di Kiev stanno avanzando “rapidamente” contro le truppe russe nelle regioni meridionali. “L’esercito ucraino sta facendo un’avanzata abbastanza rapida e potente nel sud del nostro paese come parte dell’attuale operazione di difesa”, ha detto nel suo video serale Zelensky.

“Soltanto questa settimana decine di territori sono già stati liberati dal falso referendum russo: nella regione di Kherson, Kharkiv, Lugansk e Donetsk” aggiunge elencando anche i villaggi liberati dall’occupazione russa. Il presidente lo descrive come un vero successo per l’esercito anche se la lista completa dei villaggi e delle città da liberare è ancora lunga.

soldato ucraino con fucile assalto AK
soldato ucraino con fucile assalto AK

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le truppe di Kiev prendono terreno

Ma gli ottimi risultati hanno spinto con maggiore ottimismo l’esercito ucraino verso la liberazione dei territori occupati. “I nostri combattenti non si fermano, quindi è questione di tempo prima di espellere l’occupante da tutte le nostre terre”, ha assicurato il presidente. “I successi delle nostre forze armate, tutti i successi nel restituire la libertà al nostro popolo, sono i nostri successi congiunti, le nostre vittorie congiunte”, ha evidenziato riferendosi agli aiuti militari e finanziari degli alleati occidentali.

Nell’oblast di Kherson l’esercito ucraino ha costretto i soldati russi ad una nuova ritirata. L’ufficialità dell’annessione delle quattro regioni ucraine al territorio russo ha prodotto un effetto opposto sul campo generando una battuta d’arresto e facilitando l’avanzata ucraina. Questo è un risultato positivo per l’Ucraina ma potrebbe essere molto pericoloso. Lo ha espresso l’alto rappresentante dell’Ue per la politica estera.

“La guerra è entrata in una nuova fase. Senz’altro pericolosa perchè ci troviamo davanti a uno scenario temibile sul quale non dobbiamo chiudere gli occhi. Uno scenario di una guerra convenzionale che vede però coinvolta una potenza nucleare che in questo momento perde terreno sul piano convenzionale e minaccia l’uso dell’arma nucleare”. Ha dichiarato così Josep Borrell, nel suo intervento in plenaria al Parlamento europeo.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 05-10-2022


Influenza, vaccino 2022-2023: per chi è gratuito? 

Gli effetti sull’Europa di un attacco nucleare russo