Sadyr Japarov ha ottenuto il 79% dei voti nelle presidenziali in Kirghizistan. Staccatissimo il leader dell’opposizione Madumarov.

BISKEK – Le elezioni presidenziali in Kirghizistan vedono la nettissima affermazione – come previsto alla vigilia – di Sadyr Japarov. Il primo ministro uscente, secondo i dati della Commissione centrale elettorale, è in testa con il 79% delle schede scrutinate. Il leader dell’opposizione, Adakhan Madumarov, è staccatissimo con il 6,47% dei voti. Dietro Babyrzhan Tolbayev con il 2% dei voti.

https://www.youtube.com/watch?v=1CzEcHoFVvM&ab_channel=AlJazeeraEnglish

Kirghizistan, i dati dello spoglio

Il capo della Commissione elettorale, Nurzhan Shaildabekova, ha dichiarato: “Sono state elaborate più dell’81% delle schede e il numero di persone che hanno votato ha raggiunto quota 1.137.357. I dati continuano a provenire dai seggi elettorali…“. La vittoria di Japarov è già certificata, data l’entità del distacco.

La vittoria del populista Japarov

Il 52enne è salito al potere dopo le proteste di ottobre contro i risultati delle elezioni parlamentari e le rivolte che ne sono seguite. Si è dimesso da capo di Stato ad interim e ha smesso di svolgere le sue funzioni di primo ministro il 14 novembre per potersi candidare alle elezioni.

Il referendum costituzionale

In Kirghizistan, in concomitanza con le elezioni presidenziali anticipate, si sta svolgendo un referendum sulla questione della forma di governo del Paese. Più dell’80% degli elettori del Kirghizistan ha votato per una forma di governo presidenziale, che chiaramente rafforzerà i poteri di Japarov.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
elezioni presidenziali Kirghizistan populismo Sadyr Japarov

ultimo aggiornamento: 10-01-2021


Dpcm gennaio, nuovi divieti dal 16. E sarà più facile ‘finire’ in Zona Rossa

Usa, Schwarzenegger attacca Trump: “Peggiore presidente della storia, mercoledì ‘notte dei cristalli'”