Alla scoperta dello Shkendija Tetovo: l’ala destra Radeski

Lo Shkendija Tetovo sarà l’avversario del Milan nel playoff valido per l’accesso ai gironi di Europa League. Nella formazione tipo dei macedoni, l’ala destra è Marjan Radeski.

chiudi

Caricamento Player...

Quando dall’urna di Nyon è uscita la pallina dello Shkendija Tetovo, in molti sono andati sui motori di ricerca per trovare informazioni sulla squadra che il prossimo 17 e 24 agosto sfiderà il Milan per l’accesso ai gironi di Europa League. Ebbene, la squadra fa parte del campionato macedone e è stata fondata nel 1979, quando c’era ancora la Jugoslavia. La città di Tetovo è la “capitale” dell’etnia albanese che vive nell’odierna Macedonia, tanto che i colori sociali sono mutuati dalla bandiera del Paese dell’aquila a due teste. Dato curioso, essi sono il rosso e il nero, gli stessi del Milan. Tanto che nel 1994 lo Shkendija giocò indossando la maglia dei campioni di Capello…

Il turno preliminare

La formazione guidata da Qatip Osmani ha già affrontato tre scontri a eliminazione diretta: prima i moldavi della Dacia, poi l’Hjk Helsinki e infine i lituani del Trakai. In quest’ultima occasione, lo Shkendija ha ribaltato il ko dell’andata (1 a 2, ndr) con un netto 3-0 casalingo.

La formazione tipo: l’ala destra Radeski

I macedoni giocano con il 4-2-3-1 e il tecnico Osmani utilizza praticamente 13-14 elementi. Da queste prime uscite stagionali, la formazione titolare è la seguente: Zahov, Todorovski, Bejtulai, Cuculi, Celikovic, Alimi, Totre, Radeski, Hasani, Stenio Junior, Ibrahimi. Tra gli elementi più interessanti e di talento dell’undici di Osmani c’è sicuramente Marjan Radeski. Il 22enne di Prilep, nonostante la giovane età, ha già collezionato sette presenze con la maglia della Macedonia. Il classe ’95 è allo Shkendija dal 2015 e nelle sei gare di Europa League – tutte da titolare – è stato uno dei più incisivi con due reti e due assist.