L’intelligenza artificiale di Google vince a Go, il più complesso dei giochi

Un nuovo risultato per gli studi sull’intelligenza artificiale di Google: il programma AlphaGo ha battuto un giocatore professionista di Go.

chiudi

Caricamento Player...

Per l’intelligenza artificiale di Google in particolare, e per questo ramo della ricerca in generale si tratta di un momento storico. Per la prima volta infatti un computer, dotato di un programma specifico, ha battuto un giocatore professionista in uno scontro alla pari, secondo quanto racconta a Nature DeepMind, un’azienda facente parte del gruppo di Google che si occupa di intelligenza artificiale.

Una sfida importante per molti motivi: il primo è che il Go, un gioco asiatico di più di 2.500 anni, è considerato dagli esperti come la sfida più complessa da affrontare per una macchina. Più della dama, degli scacchi e del backgammon, che peraltro sono già caduti, uno dopo l’altro, sotto la potenza di calcolo e gli algoritmi sempre migliori dei computer. E poi, perché il risultato è arrivato usando un metodo innovativo per “programmare” il computer vincente.

Perché L’intelligenza artificiale di Google ha “vinto” due volte?

Oltre ad aver battuto un giocatore umano al gioco più complesso del mondo per una macchina, il risultato non è stato frutto di un algoritmo. In pratica, AlphaGo non è stato programmato dagli esperti per vincere: ha imparato da solo a farlo partendo da un sistema di apprendimento generale, e ha appreso prima le regole del gioco e poi le strategie imparando dalle partite giocate.

Del resto, non sarebbe stato possibile fare diversamente: il Go prevede l’uso di una griglia da 19 x 19 posizioni e una partita media ha più mosse possibili di quanti atomi ci sono nell’universo. Una mole di dati impossibile da calcolare con i computer di oggi, se si usano i criteri della programmazione “classica”, ma che le nuove frontiere dell’intelligenza artificiale hanno permesso ad AlphaGo di apprendere in modo più naturale.

Una delle fasi della partita fra il campione Fan Hui e AlphaGo
Una delle fasi della partita fra il campione Fan Hui e AlphaGo

Al momento il sistema messo a punto da DeepMind ha battuto, in una partita ufficiale senza handicap, il campione europeo di Go Fan Hui. Il sistema deve ancora battere ufficialmente un campione mondiale, ma la prima partita è prevista entro marzo.

Fonte foto copertina: Nature on YouTube