Italia fuori dal Mondiale, l’unico precedente risale al 1958

Con lo 0-0 di San Siro l’Italia del pallone certifica una catastrofe sportiva: niente partecipazione al Mondiale di Russia. La Nazionale aveva mancato la qualificazione in passato solo nel 1958.

chiudi

Caricamento Player...

Dalla Svezia alla Svezia. Il Paese e la rispettiva Nazionale scandinava non devono esattamente portare bene ai colori dell’Italia del calcio. Gli azzurri, infatti, non sono riusciti a avere la meglio contro i “fratellini” di Ibrahimovic nello spareggio valevole per il pass al Mondiale che si disputerà in Russia nel 2018. Lo scialbo 0-0 di San Siro ha certificato la cocente eliminazione già nella fase di qualificazione per Buffon e compagni.

Il precedente del 1958

Come detto, tralasciando il 1930 (l’Italia non accettò l’invito dell’Uruguay per partecipare al primo Mondiale della storia), la Nazionale azzurra ha sempre preso parte alla fase finale del campionato iridato di calcio tranne che nel 1958. Il 15 gennaio, al “Windsor Park” di Belfast, l’Italia è ospite dell’Irlanda del Nord: è l’ultima gara di qualificazione per il Mondiale e agli azzurri basta un pareggio. Già il viatico della vigilia non lascia buoni presentimenti: la stampa locale accusano gli ospiti di ricorrere a pratiche di doping, mai dimostrate. Il commissario tecnico della Nazionale è Alfredo Foni, un precursore del difensivismo, il quale tuttavia decide di schierare una formazione ultra-offensiva: tre punte (Ghiggia, Pivatelli, Da Costa), una mezzapunta (Montuori) e un regista (Schiaffino). La scelta spregiudicata si rivelerà sbagliata: l’Italia va sotto per 2 a 0 per le reti di McIlroy e Cush. Nella ripresa Da Costa accorcia le distanze ma sarà inutile. Niente Mondiale. Che si sarebbe disputato proprio in Svezia…