La Champions League mette d’accordo Neymar e Cavani (?) e Ancelotti nei guai

Cavani si riprende il Psg ma non abbandona l’idea di lasciare la Francia. Carlo Ancelotti nella bufera, il rischio esonero è concreto.

La magia della Champions League. O la maledizione, dipende dai punti di vista, perché la Campions regala e toglie impietosamente. Lì, nell’Europa che conta, ogni risultato è amplificato in maniera esponenziale, sia quelli positivi che quelli negativi, ovviamente. Lo hanno imparato – come se non lo sapessero – ieri Psg e Bayern Monaco, la sfida di cartello dell’ultimo turno della competizione per club più bella del mondo. I francesi, reduci da un periodo in cui si è parlato quasi esclusivamente dell’addio di Cavani a gennaio, hanno asfaltato i bavaresi di un Carlo Ancelotti che con pazienza e dedizione stava lavorando per riconquistare la fiducia dell’ambiente. In novanta minuti tutto è cambiato, o meglio, tutto sembra essere cambiato.

Edinson Cavani

Cavani-gol ma il mercato chiama, Ancelotti rischia

Nonostante il gol messo a segno Edinson Cavani – se non a gennaio probabilmente a giugno – sembra comunque destinato a lasciare il Psg. Il malcontento del giocatore ha ormai scatenato l’effetto domino sul calciomercato scatenando i maggiori top club europei e per uno come il Matador non basta un gol per sopportare una situazione che premem per metterlo ai margini del palcoscenico per regalare le luci della ribalta a Neymar. In casa Bayern Monaco invece ora Carlo Ancelotti è meno al sicuro: i tifosi chiedono la sua testa, la dirigenza prova a mantenere la calma ma la situazione sembra difficile da gestire. Già, la magia della Champions League, dove le belle notizie restano un’ilusione e le cattive diventano realtà.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 28-09-2017

Nicolò Olia

X