La Cina si è schierata apertamente contro la Nato. Potremmo trovarci presto nel vivo della terza guerra mondiale?

I leader della Nato, riunitisi a Madrid, hanno approvato la nuova strategia dell’Alleanza atlantica. Ma la Cina, ormai una delle potenze mondiali più in vista, non ci sta. Il portavoce della diplomazia di Pechino, Zhao Lijian, ha dichiarato che “la Nato è la sfida sistemica alla pace e alla stabilità nel mondo”. La terza guerra mondiale si avvicina. Potremmo trovarci presto nel conflitto più grave della storia?

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le dichiarazioni di Lijian

Stando alle dichiarazioni diffuse dal ministero degli Esteri della Cina, la Nato “afferma di essere un’organizzazione difensiva e regionale”, eppure “lancia guerre ovunque, uccidendo civili innocenti”. Il nuovo concetto strategico della Nato, secondo Lijian, “ignora i fatti” e “infanga la politica estera” della Cina. La Nato fa delle affermazioni “irresponsabili” sul “normale sviluppo militare” nonché sulla politica di difesa della Cina. “Fomenta il confronto”, ha inoltre detto Lijian, ripetendo le accuse di “mentalità da Guerra Fredda”, di “pregiudizi ideologici” e di “allungare i tentacoli all’Asia-Pacifico”.

Bandiera Cina
Bandiera della Cina

Le parole di Macron

La Nato non è un’alleanza contro la Cina, è un’alleanza per la pace e la difesa collettiva nello spazio geografico euro-atlantico. Ma dobbiamo tenere conto da un lato delle sfide sistemiche che pone la crescita della potenza cinese” nell’area del Pacifico e, “dall’altro, della contestazione all’ordine internazionale che viene dal partenariato tra la Cina e la Russia. È questo il senso del concetto strategico che abbiamo adottato” alla Nato. Queste le parole del presidente francese Emmanuel Macron, durante la conferenza stampa al termine dell’incontro dell’Alleanza atlantica a Madrid.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 30-06-2022


Letta: “Lega minaccia caduta del governo su Ius Scholae”

Napoli. Ruba gratta e vinci e finisce in manette