Corea del Nord, lanciato un altro missile sopra l’Isola di Hokkaido

Appena tre giorni fa l’Onu ha varato nuove sanzioni nei confronti della Corea del Nord ma il regime di Pyongyang non si ferma. Circa un’ora fa, infatti, un vuoto missile ha sorvolato l’Isola di Hokkaido con una gittata di 3.700 chilometri.

chiudi

Caricamento Player...

PACIFICO – Le agenzie di stampa hanno battuto poco prima delle sette del mattino ora italiana la notizia dell’ennesimo test missilistico da parte della Corea del Nord. Appena tre giorni fa il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha votato per nuove sanzioni nei confronti di Pyongyang. Evidentemente, ciò non è bastato per fermare il regime di Kim Jong-un.

Gittata di 3.700 km!

L’agenzia della Corea del Nord, Yonhap, ha affermato che il vettore è stato lanciata da una zona vicina alla capitale. La tv del Giappone, Nhk, ha informato che il missile ha sorvolato l’Isola di Hokkaido. Secondo fonti militari di Seul, il missile, che ha viaggiato ad un altezza di circa 770 chilometri, ha avuto una gittata di circa 3.700 chilometri ed è verosimilmente affondato nel Pacifico del Nord. Il missile precedente, quello del 28 agosto, un Hwasong-12, aveva avuto una gittata di circa 2.700 chilometri, volando ad una altitudine di circa 550 chilometri e si era spezzato in tre parti nel mare del Giappone. Il premier nipponico, Shinzo Abe, ha dichiarato: “La comunità internazionale deve essere unita per fermare le minacce della Corea del Nord e farle intendere che se continua su questa strada non avrà un futuro brillante“. Poche ore prima del lancio del nuovo missile la Corea del Nord aveva minacciato direttamente il Giappone attraverso la commissione per la pace nel Pacifico: “Le quattro isole dell’arcipelago (giapponese) dovrebbero essere affondate da (una nostra) bomba atomica. Il Giappone non deve più esistere accanto a noi“.

Il lancio del 3 settembre

Neanche due settimane fa, la Corea del Nord aveva effettuato il sesto esperimento, lanciando una bomba all’idrogeno con una potenza di 100 chilotoni, cinque volte più potente della bomba atomica sganciato su Nagasaki nell’agosto del 1945. L’esplosione ha provocato una sisma di magnitudo 6.3.