La corsa del Milan in Europa: quanto può ancora guadagnare
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

La corsa del Milan in Europa: quanto può ancora guadagnare

Gerry Cardinale

Analisi finanziaria dell’Impatto economico di Champions League e Europa League per il Milan, quanti soldi può ottenere.

La prestigiosa partecipazione del Milan nella Champions League 2023-2024 ha significato non solo un successo sportivo, ma anche un importante impulso economico. La partecipazione a questa competizione, considerata la più illustre nel panorama calcistico europeo, ha portato nelle casse del club un ammontare impressionante, stimato intorno ai 65 milioni di euro. Questa cifra include i premi UEFA, i ricavi da botteghino, il ranking storico, il market pool legato al campionato di appartenenza, i risultati conseguiti nella fase a gironi, e un indotto commerciale ancora da quantificare. L’importanza di queste entrate per il bilancio del club rossonero è innegabile, offrendo un solido fondamento finanziario per il futuro.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Gerry Cardinale
Gerry Cardinale

Europa League: un percorso ricco di opportunità economiche

Con l’Europa League, il Milan si affaccia su un nuovo scenario competitivo, meno prestigioso ma ancora ricco di potenziali guadagni. Sebbene i premi finanziari siano inferiori rispetto alla Champions, raggiungere la finale potrebbe rappresentare un’importante iniezione economica. Inizialmente, la partecipazione ai playoff garantisce un introito di mezzo milione di euro, cifra modesta rispetto ai premi della Champions ma non trascurabile. Proseguendo nel torneo, i premi aumentano progressivamente: 1,2 milioni per gli ottavi, 1,8 milioni per i quarti, 2,8 milioni per le semifinali, e 4,6 milioni per la finale, con un ulteriore bonus di 4 milioni per la vittoria del trofeo. Sommando i premi UEFA e considerando altri fattori come il market pool e il ranking storico, si stima un guadagno totale che supera i 20 milioni.

Botteghino e ricavi indiretti: fattori chiave per il Milan

Il fattore botteghino gioca un ruolo cruciale nei ricavi del Milan. Sebbene non si possa prevedere con esattezza, una stima prudente, ipotizzando la partecipazione del Milan alla finale, suggerisce un introito attorno ai 10 milioni di euro, potenzialmente anche superiore. Questo aspetto economico varia notevolmente a seconda degli avversari e dell’attrattiva delle partite, con una differenza sostanziale tra ospitare squadre meno note e affrontare grandi club europei a San Siro.

Sommando i guadagni della Champions League e quelli potenziali dell’Europa League, il Milan potrebbe incassare un totale di 100 milioni di euro. Questo risultato, tuttavia, dipende dalla capacità del club di proseguire il suo percorso in Europa League e di raggiungere la finale. La strada è lunga e le variabili sono molteplici, ma il potenziale economico è evidente e rappresenta un’opportunità significativa per il bilancio e il futuro del club rossonero.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 16 Dicembre 2023 19:04

Milan e la sfida dell’Europa League: i rischi di una competizione non voluta

nl pixel