La Gazzetta dello Sport – Mercato Milan, sinfonia a suon di insufficienze

Il mercato del Milan non quadra in campo: solo tre giocatori sopra la soglia della sufficienza nelle prime otto giornate di campionato.

chiudi

Caricamento Player...

L’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport regala un’analisi del mercato del Milan… visto all’operta, in altre parole fa il punto sulle prestazioni dei nuovi acquisti dall’inizio del campionato. Importante sottolineare come però una fredda analisi prettamente numerica, fondata di fatto sulla media voto, trascura troppi aspetti importanti e necessari per fare un punto della situazione decisamente più realistico. Detto ciò, è evidente che anche la riflessione della rosea regali spunti importanti.

Mercato Milan, i conti non tornano

Il rapporto rendimento/prezzo in queste prime otto giornate di campionato non sta dando al Milan i risultati sperati. Sono solo tre i giocatori impiegati da Vincenzo Montella – tra i nuovi acquisti – che viaggiano con una media voto sufficiente. Non brilla Lucas Biglia (17 milioni), complice un infortunio e gli impegni dispendiosi con la sua Argentina: il centrocampista ha collezionato fino a questo momento sette presenze per un totale di 559 minuti giocati: media voto pari a 5,86, con gli errori di Inter-Milan che hanno influito in negativo.

Lucas Biglia Milan
Lucas Biglia

Il caso che più fa rumore è senza dubbio quello di Leonardo Bonucci (40 milioni), uomo simbolo e top player del mercato del Milan. Il difensore azzurro ha giocato otto partite su otto in campionato con una media voto del 5,56

Lazio-Milan highlights Leonardo Bonucci - Riccardo Montolivo
Leonardo Bonucci-Riccardo Montolivo

Male ma non malissimo – anzi – Fabio Borini, arrivato in rossonero tra le polemiche per 6 milioni di euro. Il giocatore non brilla per qualità ma ha corsa e spirito di sacrificio da vendere. Con il cambio modulo e l’infortunio di Conti ha trovato la sua dimensione da esterno di centrocampo. Sei partite a referto e 5,8 come media voto.

Borini Milan
Ci Catania 09/08/2017 – amichevole / Milan-Betis Siviglia / foto Carmelo Imbesi/Image Sport
nella foto: Fabio Borini

Anonimo anche Hakan Calhanoglu (20 milioni) che paga di certo una condizione fisica non proprio invidiabile dopo la lunga squalifica che in pratica lo ha tenuto in tribuna per tutto lo scorso campionato. Il turco ha mostrato a sprazzi le sue qualità senza però riuscire ad incidere in campionato. Sette le partite giocate per una media voto che si attesta sul 5,67.

Hakan Calhanoglu Milan
Hakan Calhanoglu

Altalenante, ma con giustificazione Franck Kessié (26 milioni): il giocatore ha disputato tutte le partite di campionato senza (quasi) mai rifiatare. Impossibile mantenere un rendimento elevato ogni partita giocando ogni tre giorni tra campionato, coppa e nazionali. Otto le partite collezionate in Serie A, 5,75 la media voto.

Franck Kessie
Franck Kessie

Border line invece la situazione Musacchio (17 milioni), forse una delle poche certezze difensive in questo momento. L’argentino, come gli altri, paga il momento no della squadra e il rendimento ne risente. Schierato in sei partite delle otto di campionato, Musacchio viaggia con una media voto del 5,67.

Mateo Musacchio Milan-Betis Siviglia
Mateo Musacchio

Si ferma a un passo dal sei invece Ricardo Rodriguez (15 milioni) che ha visto la sua media precipitare dopo il 4,5 incassato in Inter-Milan. Lo svizzero ha giocato otto partite e viaggia con una media voto del 5,94.

Ricardo Rodriguez Milan
Ricardo Rodriguez

Si salvano in tre

Salvi, al primo giro di boa, solo tre nuovi arrivati a Milanello, cioè Andrea Conti, autore di due partite prima di doversi fermare per un grave infortunio, che ha giocato nelle partite più semplici della stagione e porta a casa un buon 6,25, Nikola Kalinic (m.v. 6), anche lui in campo solo per due parite e Andre Silva, fermo al 6 in quattro partite giocate e zero gol a segno in campionato.