Matteo Salvini rilancia il piano di un governo di unità nazionale, Giorgetti rilancia con Mario Draghi premier. Matteo Renzi ‘vede’, M5s, Pd e FdI passano la mano.

La Lega ci prova, Draghi premier di un governo bipartisan. L’apertura di Matteo Salvini al governo ha gettato nel caos sia la maggioranza che la coalizione di Centordestra. Il governo di unità nazionale proposto dal leader della Lega in realtà non è stato compreso neanche dai suoi sostenitori, abituati negli ultimi mesi a vedere un martellatore, uno che il governo voleva buttarlo giù abbattendo le fondamenta.

Mario Draghi
Fonte foto: https://twitter.com/ecb

Matteo Salvini presenta il suo piano responsabile

Ora la strategia di Salvini sembra cambiata. Il leader della Lega diventa dialogante, responsabile e vuole un accordo con la maggioranza di governo osteggiata con tutti i mezzi solo fino a pochi giorni fa. Ma guardando il governo in carica le repentine aperture ai rivali di un tempo sono la cosa che forse sorprendono meno.

Matteo Salvini ha spiegato la sua nuova posizione in un video sulla propria pagina Facebook, nel quale ha sottolineato che “quando la casa brucia non stai a guardare. Per prima cosa la metti in sicurezza“. E la casa che brucia sarebbe l’Italia.

“Se crollano viadotti, se falliscono le banche, se chiudono le aziende evidentemente c’è qualcosa che non funziona a livello strutturale […]. Sediamoci attorno ad un tavolo e troviamo un accordo su risparmio, politiche di crescita, giustizia, infrastrutture e salute, prima che sia troppo tardi. Poi si torna a votare”.

La proposta di Salvini ha raccolto critiche a destra e a sinistra. L’unico interlocutore che ha manifestato un certo interesse è stato Matteo Renzi, che in realtà si è detto disposto a discutere della proposta di Giorgetti, che ha fatto il nome di Mario Draghi come possibile premier.

Matteo Salvini Bologna
fonte foto https://www.facebook.com/salviniofficial/

La Lega propone Draghi premier, Renzi ci sta

Il resto del panorama politico ha ignorato o clamorosamente bocciato il piano responsabilità proposto da Matteo Salvini. La sensazione è che la situazione possa sbloccarsi in qualche modo solo dopo le elezioni regionali in Emilia Romagna, quando i risultati disegneranno i nuovi equilibri politici. E quando le Sardine faranno la loro prossima mossa iniziando a dialogare in maniera organica con la politica.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
evidenza Mario Draghi Matteo Renzi Matteo Salvini politica

ultimo aggiornamento: 17-12-2019


Manovra, il Senato approva con 166 sì. Scontro sulla Cannabis

Manovra, la ‘minaccia’ di Salvini: “Facciamo ricorso alla Consulta”