La Lega di Matteo Salvini punta agli scontenti del Movimento 5 Stelle per rovesciare il governo. E il calendario politico gioca a favore del Centrodestra.

La Lega punta agli scontenti del Movimento 5 Stelle. La crisi dei pentastellati rappresenta una ghiotta occasione per il partito di Matteo Salvini, che potrebbe andare a rafforzarsi a discapito della maggioranza di governo.

Crisi Movimento 5 Stelle, la Lega punta agli scontenti

Le porte della Lega sono sempre aperte per le persone oneste e di buona volontà, che non vogliono morire col Pd ma vogliono cambiare l’Italia“, è il messaggio della Lega ai ribelli del Movimento 5 Stelle. L’invito è rivolto soprattutto ai senatori. A Palazzo Madama il governo si regge su una maggioranza instabile, e qualche cambio di casacca potrebbe mettere in seria difficoltà la maggioranza.

Il sogno di Salvini è ovviamente quello di rovesciare i rapporti di forza arrivando a mettere il governo in minoranza in Aula. Un piano difficile ma non impossibile. Il Movimento 5 Stelle sta perdendo pezzi e la maggioranza resta divisa su diversi temi. Pochi tiratori franchi potrebbero far saltare il tavolo consegnando al Centrodestra le carte per tornare a chiedere elezioni immediate.

Matteo Salvini
Fonte foto: Fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial

Il Centrodestra potrebbe arrivare alle elezioni anticipate

Il calendario politico gioca a favore della Lega e dei suoi alleati. Nel mese di gennaio si vota in Emilia Romagna e in Calabria. Una vittoria del Centrodestra, soprattutto nella prima regione, potrebbe aprire una frattura nel Conte Bis. Dalle parti del Nazareno da tempo ammettono che una sconfitta nella Roccaforte Rossa d’Italia dovrebbe costringere il governo a ragionare seriamente sul futuro.


M5s, linea dura di Di Maio: via i ribelli, resta solo chi crede nel progetto

Autostrade e il governo potrebbero tornare al tavolo delle trattative