La Marina italiana soccorre 90 migranti al largo della Libia

Novanta migranti in difficoltà nel Mediterraneo, li soccorre la Marina italiana

Una nave della Marina militare italiana soccorre novanta migranti al largo delle coste libiche. A bordo del gommone in avaria anche quindici minori.

Caso migranti, una nave della Marina militare italiana soccorre il barcone in difficoltà al largo della Libia.

Migranti, il primo allarme di Alarm Phone

Dopo l’allarme lanciato da Alarm Phone sulla presenza di un’imbarcazione in avaria al largo delle coste libiche, la Marina italiana ha deciso di intervenire soccorrendo le persone che si trovavano a bordo del gommone.

Migranti Mediterranea
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/Mediterranearescue

Morta una bimba di cinque anni che si trovava sull’imbarcazione

Tra i passeggeri ci sono anche quindici minori, tra cui una bambina di cinque anni che ha tragicamente perso la vita nel corso della traversata.

A dare la notizia della morte della piccola è stato proprio Alarm Phone, che ha condiviso un messaggio sui propri profili social intorno alle nove di mattina.

L’allarme era stato lanciato nella serata del 29 maggio, quando il servizio di assistenza marittima aveva segnalato la presenza in mare, al largo delle coste libiche, di un gommone sgonfio e senza benzina. Sul mezzo, stando ad Alarm Phone, si trovano novanta persone tra cui quindici minori tra cui una bimba di pochi mesi.

Di seguito uno dei tweet condivisi da Alarm Phone

La notizia è stata poi confermata dall’Ong Sea Watch che ha accusato la Marina militare italiana di non essere intervenuta in soccorso dei naufraghi.

La Marina militare italiana soccorre i novanta migranti al largo della Libia

A ventiquattro ore di distanza dal primo allarme, la nave Cigala Fulgosi della marina italiana ha deciso di intervenire anche alla luce delle condizioni meteo che prevedono un peggioramento nella zona del Mar Mediterraneo.

ultimo aggiornamento: 30-05-2019

X