La Repubblica: “Ritiro Milan, mossa disperata di Gattuso”

Il quotidiano stamattina ha parlato della decisione di Gattuso di mandare i giocatori in ritiro in vista del Bologna: una mossa ritenuta disperata

Invertire la tendenza. Questa la necessità di Gennaro Gattuso a quattro giornate dal termine del campionato di Serie A. Fino alla metà del mese di marzo il Milan non incantava per gioco espresso ma, comunque, riusciva a portare a casa punti pesanti, accumulando vittorie su vittorie. Il derby con l’Inter, a cui i rossoneri sono arrivati da terzi della classe, ha letteralmente spento la luce sul Diavolo. Dopo quel doloroso ko, infatti, ne sono arrivati altri 4 tra campionato e Coppa Italia. Un black out che ha fatto precipitare la squadra al settimo posto: la zona coppe è ancora lì a portata di mano, ma urge invertire il trend. Gattuso ci prova in due differenti modi. In primis cambiando modulo: quindi, mandando tutti in ritiro fino alla gara di lunedì prossimo contro il Bologna.

Repubblica: la mossa del ritiro è “disperata”

Il titolo di Repubblica di stamattina non lascia spazio all’interpretazione. Il quotidiano, nella pagina sportiva, bolla addirittura come disperata la volontà di Rino Gattuso di raccogliere i cocci mandando tutti in ritiro. Una decisione, fra l’altro, legata non solo ai risultati sportivi: il ritardo di Bakayoko all’allenamento di mercoledì ha legittimato la sua scelta.

Che lavorare in pace, lontano da foto e taccuini sia la scelta giusta? E’ ancora troppo presto per saperlo: la prova di lunedì sera contro il Bologna potrà dare risposte decisive in tal senso. Emerge comunque la volontà di Gattuso di non arrendersi all’evidenza e di tentare tutte le soluzioni possibili per ribaltare l’attuale trend negativo. Anche lo schieramento tattico dei rossoneri, infatti, vedrà delle variazioni importanti.

Lucas Paquetà

Milan, contro il Bologna col 4-3-1-2

Archiviato l’ennesimo, grave infortunio di Mattia Caldara, il Milan si presenterà alla decisiva sfida di lunedì sera a San Siro con un nuovo “vestito”. Suso in panchina, con Calhanoglu arretrato a centrocampo: quindi, largo a Paquetà in versione trequartista. In avanti, spazio al tandem Cutrone-Piatek.

ultimo aggiornamento: 03-05-2019

X