La riforma fiscale di Trump ottiene il via libera dal Congresso

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

La Camera ha approvato la riforma fiscale voluta da Donald Trump, il quale ora dovrà solo firmarla. Soddisfazione alla Casa Bianca.

WASHINGTON (USA) – Uno degli obbiettivi più importanti del programma presidenziale di Donald Trump arriva a conclusione. Quella che viene definita come la riforma fiscale più grande dal 1986 è a un passo dal diventare legge. Il testo modificato dal Senato è stato infatti approvato poche ore fa dalla Camera. Dopo l’ok del Congresso il provvedimento arriverà alla Casa Bianca per la promulgazione da parte del presidente americano e la successiva entrata in vigore.

I punti principali della riforma

La nuova legge sul fisco americano voluta da Trump prevede un taglio delle aliquote per le imprese e una riduzione temporanea delle tasse per i singoli individui. Secondo le stime nelle casse del governo statunitense la riduzione complessiva degli introiti toccherà i 1.500 miliardi di dollari. La nuova normativa fiscale prevede per le aziende un’aliquota massima al 21%, contro il 35% attuale. Per i singoli individui, ma la norma è transitoria e dovrebbe “scadere” nel 2025, si passerà dall’attuale aliquota massima del 39,6% al 37%. Secondo il capo della Casa Bianca le minori entrate saranno compensate da un netto incremento degli investimenti e delle assunzioni. Con l’approvazione della legge viene di fatto stravolto l’Obamacare, visto che sono state eliminate le penalizzazioni e le multe per chi non sottoscrive un’assicurazione.

La soddisfazione del presidente

Non appena il Congresso ha approvato la riforma fiscale, Trump ha postato il seguente tweet: “Stiamo consegnando uno storico sgravio fiscale al popolo americano! Assieme abbiamo reso l’America grande di nuovo“.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 21-12-2017

Fabio Acri