La Russa rivela il segreto della riforma premierato: cosa cambierà davvero
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

La Russa rivela il segreto della riforma premierato: cosa cambierà davvero

Ignazio La Russa

La Russa discute la riforma del premierato, sottolineando l’importanza del voto popolare e la necessità di ridurre l’influenza dei partiti.

La riforma del premierato è al centro del dibattito politico italiano, Ignazio La Russa, presidente del Senato, ha cercato di chiarire alcuni punti fondamentali in un’intervista rilasciata al ‘Corriere della Sera’. “Questa è una riforma aperta all’ascolto che ha un solo obiettivo: dare peso al voto popolare“, ha affermato La Russa. Questa dichiarazione sottolinea l’importanza di una riforma che rispecchi veramente la volontà del popolo e non sia influenzata da interessi di partito o da accordi dietro le quinte.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Ignazio La Russa
Ignazio La Russa

Il ruolo del capo dello stato e del parlamento

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, la riforma non intende ridurre i poteri del Capo dello Stato o del Parlamento. “Non è vero che il ruolo del Capo dello Stato sarebbe ridotto“, ha ribadito La Russa. La proposta mira piuttosto a ridurre l’influenza dei partiti e di certi luoghi d’incontro esterni al Palazzo. La Russa ha sottolineato che gli ultimi premier non sono stati scelti in Parlamento, ma attraverso accordi politici spesso poco trasparenti. Questo, secondo lui, è un problema che la riforma intende affrontare, garantendo una maggiore trasparenza nella scelta del premier e riducendo l’influenza dei partiti.

Il consenso in parlamento e il possibile referendum

La riforma riuscirà a ottenere il consenso di due terzi in Parlamento? La Russa è ottimista, ma realista: “È difficile, ma io ci spero e lavorerò per questo obiettivo“. Se le opposizioni vogliono apportare miglioramenti alla legge, troveranno ascolto. Tuttavia, se decidono di non apportare cambiamenti, il destino della riforma potrebbe essere deciso da un referendum. La Russa ha concluso sottolineando l’importanza di dare voce al popolo e sottrarla ai partiti. Ha anche evidenziato come la riforma sia attesa da decenni e come sia fondamentale che venga approvata per garantire una maggiore rappresentatività e trasparenza nel sistema politico italiano.

La riforma del premierato proposta da Ignazio La Russa è senza dubbio uno dei temi più dibattuti nel panorama politico italiano. La necessità di garantire una maggiore trasparenza nella scelta del premier e di ridurre l’influenza dei partiti è al centro della proposta. Tuttavia, come sottolineato da La Russa, ottenere il consenso necessario in Parlamento non sarà facile. Se la riforma non dovesse passare, il popolo italiano avrà l’ultima parola attraverso un referendum. In ogni caso, è fondamentale che la riforma rispecchi veramente la volontà del popolo e non sia influenzata da interessi di partito.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 5 Novembre 2023 9:49

Conte attacca: “Il Presidente della Repubblica ridotto a passacarte”

nl pixel