La seconda vita dei furgoni: le trasformazioni più curiose e utili

La seconda vita dei furgoni: le trasformazioni più curiose e utili

Attività professionali, supporto al lavoro, ma anche scelte ecologiche e, non ultimo, trasporto moto per la temibile Dakar 2019: negli ultimi anni sono sempre più frequenti i casi di trasformazione di veicoli commerciali, che con i giusti interventi possono trovare una nuova vita e applicazioni prima impensabili. Vediamo le più interessanti.

L’esperienza di Dutto a Dakar

Abbiamo citato la gara più dura del mondo, e come ben sappiamo alla Dakar 2019 ha partecipato anche il pilota italiano Nicola Dutto: la sua è una storia già eccezionale, in quanto il motociclista è paraplegico ormai da diversi anni. Questa condizione non ha scalfito la sua forza di volontà, al punto da essere ai blocchi di partenza della gara e resistere per ben 4 tappe, prima di lasciare la Dakar (con tanto di strascico polemico con gli organizzatori, che lo hanno escluso con una decisione discutibile).

Nicola Dutto dakar

Un furgone per seguire il pilota

Per affrontare al meglio l’estenuante corsa, Dutto è stato seguito e supportato da un team che si spostava a bordo di un furgone MAN TGE appositamente trasformato per l’occasione: a rendere possibile questa impresa è stato il lavoro di Store Van, uno dei leader internazionali per allestimenti furgoni, tramite il proprio rivenditore Autoin3. In questo caso, il possente veicolo è stato attrezzato per poter trasportare e assicurare la moto speciale di Dutto, una KTM 450 EXC-F adattata per le sue esigenze, con tanto di rampa di carico per facilitare la movimentazione del mezzo.

La riconversione dei veicoli commerciali

Non sono soltanto i furgoni a diventare oggetto di restyling, come dimostrano le altre news che arrivano dalle grandi fiere dedicate all’allestimento dei veicoli commerciali; oggi, anche i più compatti e pratici pick up possono diventare delle efficienti officine mobili capaci di spostarsi anche in tragitti off-road senza rinunciare a nessun aspetto di sicurezza e affidabilità. In pratica, grazie a soluzioni innovative si sostituisce il cassone di base con cellule appositamente studiate, che consentono il trasporto e il fissaggio di scaffalature, valigette e carichi di serie che sono fondamentali per la propria attività professionale.

Van casa mobile

La nuova moda USA: le case mobili

Se questi sono gli esempi più concreti delle potenzialità della trasformazione dei veicoli commerciali applicate al business, le altre notizie che arrivano confermano il crescente interesse per il particolare segmento a livello globale. Negli Stati Uniti, patria di rivoluzioni “tecnologiche” e di mode curiose, è nato un vero e proprio trend, ovvero acquistare un furgone e renderlo in casa mobile, per abitarci o girare il mondo in cerca di avventure. Il prezzo di queste creazioni è piuttosto variabile, ma si parte in genere da 20 mila dollari per arrivare ovviamente a cifre superiori, a seconda degli “optional” richiesti e del lusso desiderato per la nuova vita.

Casa mobile

La scelta ecologica e la trasformazione green

Una tendenza green è invece il retrofit elettrico, ovvero gli interventi per cambiare l’alimentazione del veicolo, convertendo motori tradizionali a benzina o gasolio in più efficienti e meno impattanti motori elettrici: una soluzione che non solo consente di generare meno emissioni nocive, ma che ha anche l’ulteriore vantaggio di allungare la vita di furgoni, camion e tir che, attraverso il “riciclo”, possono essere utilizzati per un tempo maggiore e non semplicemente dismessi.

ultimo aggiornamento: 11-02-2019

X