Arturo Vidal e Luis Suarez sono pronti a lasciare Barcellona per approdare rispettivamente all’Inter e alla Juventus.

Grande ottimismo in casa Inter per Arturo Vidal. Il cileno è ormai stato messo alla porta da Koeman, neo-tecnico del Barcellona, e prepara il ritorno in Serie A dal suo mentore Antonio Conte. Il tecnico salentino ha messo il guerriero sudamericano in cima alla lista del mercato nerazzurro.

Vidal, la questione della buonuscita

In ogni caso, comunque, prima di firmare con l’Inter, Vidal deve risolvere una questione economica con il Barcellona. L’oggetto del contendere non è un indennizzo ma riguarda le ultime dieci mensilità del contratto del 33enne di San Joaquin, che è in scadenza a giugno 2021. Bartomeu e la sua giunta vorrebbero che Vidal ci rinunciasse completamente; il giocatore, forte del fatto che è il Barça ad averlo spinto alla porta, vorrebbe ottenerne una parte come buonuscita: si parla di una cifra che si aggira intorno ai 6 milioni. In più c’è il discorso dei premi non pagati, 2,4 milioni di euro per cui il cileno lo scorso dicembre intendeva fare causa al Barcellona.

https://www.youtube.com/watch?v=k873OQUYHUM

Juventus, accordo con l’uruguaiano

Per quel che riguarda Luis Suarez, la Juventus lo vuole a tutti i costi per affiancarlo a Cristiano Ronaldo. L’accordo per l’ingaggio è raggiunto: triennale da 10 milioni netti a stagione, sfruttando il regime fiscale favorevole.

Suarez, la questione del passaporto

Tra il classe ’87 di Salto e la squadra campione d’Italia c’è di mezzo il passaporto italiano che il Pistolero non possiede ancora nonostante le origini friulane della moglie e il fatto che in Liga, dove il regolamento è diverso dalla Serie A, Luis Suarez fosse tesserato come comunitario. È corsa contro il tempo, ma non è una missione impossibile da compiere entro la chiusura del mercato, il prossimo 5 ottobre.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
arturo vidal barcellona Inter Juventus Luis Suarez sport

ultimo aggiornamento: 06-09-2020


Juventus, passivo di bilancio vicino ai 70 milioni nel 2019-2020. Pesa anche l’eliminazione dalla Champions League

Olanda-Italia, l’ultimo precedente nel 2017: Eder e Bonucci rimontano i padroni di casa