La Spagna ritorna al voto: senza esito le consultazioni

La Spagna ritorna al voto: senza esito le consultazioni

La Spagna ritorna al voto. Le consultazioni non hanno dato esito sperato con il re Felipe VI che nei prossimi giorni dovrebbe sciogliere le Camere.

MADRID (SPAGNA) – La Spagna ritorna al voto per la quarta volta negli ultimi quattro anni. Le consultazioni degli ultimi giorni non hanno dato i risultati sperati con il partito socialista che non è riuscito a ottenere l’appoggio di altri esponenti per avere la maggioranza assoluta. Il re Felipe VI il lunedì 23 settembre 2019 dovrebbe sciogliere le Camere e riaprire le urne il 10 novembre.

Ma il rischio di un nuovo nulla di fatto è molto alto. Il presidente Sanchez, infatti, non sembra avere la maggioranza assoluta e per questo non è da escludere un cambio di rotta da parte dei cittadini spagnoli che potrebbero dare fiducia all’attuale opposizione chiamata poi a trovare accordi per una maggioranza non semplice.

La posizione di Pedro Sanchez

Nessun passo indietro da parte di Pedro Sanchez. Il vincitore delle ultime elezioni negli ultimi giorni ha cercato di formare una coalizione sia con Podemos che con le altre due forze politiche ma alla fine la tanto attesa fumata bianca non c’è stata.

Il leader spagnolo, infatti, ha chiesto i voti senza offrire un ruolo nell’esecutivo. Una mossa giudicata scorretta dai suoi rivali che hanno si sono detti pronti a formare una maggioranza solo con un esecutivo misto e non monocolore.

Elezioni in Spagna
fonte foto https://twitter.com/sanchezcastejon

La Spagna al voto

Uno ‘stallo’ politico che in Spagna non sembra risolvere. Quattro elezioni negli ultimi quattro anni con una maggioranza che non è mai stata solida. L’economia del Paese ne risente e non è da escludere che il prossimo 10 novembre ci possa essere un cambio di rotta da parte dei cittadini per dare alla nazione un governo stabile.

Difficile al momento riuscire a prevedere cosa succederà ma in caso di vittoria Pedro Sanchez dovrà assolutamente arrivare ad un compromesso con gli avversari altrimenti si rischia una nuova fumata nera.

fonte foto copertina https://twitter.com/sanchezcastejon

ultimo aggiornamento: 19-09-2019

X