Perde l’aereo per due minuti di ritardo: la storia dell’uomo scampato alla tragedia del boeing 737

Incidente aereo in Etiopia, la storia di Antonis Mavropoulos, l’uomo che ha perso il volo per due minuti di ritardo. “Forse non sono troppo vecchio per il rock’n’roll, ma di certo troppo giovane per morire…”.

È salvo per due minuti Antonis Mavropoulos, scampato alla tragedia del volo del Boeing 737 precipitato a pochi minuti da Addis Abeba per centoventi secondi di ritardo che gli hanno fatto perdere l’aereo.

La storia di Antonis Mavropoulos, l’uomo che ha perso il volo dell’Ethiopian Airlines per due minuti di ritardo

Antonis Mavropoulos, a capo di una Ong, è arrivato con due minuti di ritardo al gate e non ha potuto prendere l’aereo diretto a Nairobi.

A renderlo noto è stato lo stesso Mavropoulos, che ha voluto condividere un post sulla propria pagina Facebook raccontando la sua vicenda.

Nel suo toccante racconto condiviso sui social, l’uomo ha scritto di aver realizzato di quanto fosse stato fortunato solo dopo aver realizzato l’entità della tragedia, costata la vita a centocinquantasette persone, Tutte quelle che si trovavano a bordo dell’areo al momento della tragedia.

Ethiopian Airlines
Fonte foto: https://www.facebook.com/EthiopianAirlines.IT

Antonis Mavropoulos: Sono grato di vivere e di avere così tanti amici che mi hanno fatto sentire il loro amore

L’uomo ha raccontato di essere stato furioso per aver perso il volo della Ethiopian Airlines, poi, dopo lo sconforto iniziale, ha sentito la notizia dell’incidente. L’aereo era precipitato appena sei minuti dopo il decollo, senza lasciare scampo ai passeggeri e ai membri dell’equipaggio.

“È la prima volta che sono così felice di aver scritto un post. Sono grato di vivere e di avere così tanti amici che mi hanno fatto sentire il loro amore. Baci a tutti e un caloroso grazie per il vostro commovente sostegno [..]. Forse non sono troppo vecchio per il rock’n’roll, ma di certo troppo giovane per morire…”, si conclude il toccante messaggio.

Antonis Mavropoulos, cui era stato assegnato un posto sul volo successivo, è stato fermato dalla polizia che lo ha interrogato per capire i motivi per i quali non fosse salito su quell’aereo. Si è trattato ovviamente di una formalità necessaria alla luce della tragedia.

ultimo aggiornamento: 11-03-2019

X