La top ten dei goleador rossoneri: da Nordhal a Pierino Prati

I più grandi goleador del Milan, attaccanti di razza che hanno sfondato il muro dei 100 gol in maglia rossonera.

chiudi

Caricamento Player...

Goleador Milan – Nella gloriosa storia del Milan di calciatori di talento ne sono passati tantissimi. Eleganti numeri 10, raffinati centrocampisti, bomber di razza. In questo approfondimento presenteremo la top ten dei più grandi goleador della storia rossonera, dieci attaccanti straordinari che, pur con caratteristiche differenti e in epoche distanti, hanno saputo centrare un unico grande obiettivo comune: superare la soglia dei 100 gol con la maglia del Milan.

Goleador Milan: da Pierino Prati a José Altafini

10. Pierino Prati (102 gol in 209 presenze) – A chiudere la top ten troviamo il bomber di Cinisello Balsamo, Pierino la peste, attaccante dallo straordinario fiuto del gol, capace di vincere il titolo di capocannoniere alla prima stagione completa in Serie A con la maglia del Milan. Uno dei protagonisti della trionfale vittoria nella Coppa dei Campioni del 1969, con una tripletta all’Ajax nella storica finale di Madrid (4-1 per i rossoneri).

9. Ricardo Kakà (104 gol in 307 presenze) – Nono posto per un bomber atipico, un fantasista, un’ala impareggiabile, un trequartista di talento con il vizio del gol. Il brasiliano, Pallone d’oro nel 2007, è stato il protagonista assoluto della cavalcata trionfale nella Champions League 2006-2007, conclusa con il bottino di 10 reti.

8. Giuseppe Santagostino (106 gol in 236 presenze) Pin, grandissimo goleador milanese, riuscì ad accumulare l’insigne somma di 106 reti in dodici stagioni in rossonero dal 1921 al 1932.

7. Marco van Basten (125 gol in 201 presenze) – L’indimenticabile Cigno di Utrecht si piazza al settimo posto della classifica all-time. Ma i suoi 125 straordinari gol in maglia rossonera sono ancora oggi emozioni indelebili nei cuori di tutti i tifosi milanisti. Nella sua epoca d’oro, quella degli olandesi, portò nella bacheca del Milan due Coppe dei Campioni e quttro scudetti.

6. Filippo Inzaghi (126 gol in 300 presenze) SuperPippo, l’eroe della notte di Atene del 2007, quella del trionfo in Champions League che cancellò la ferita di Istanbul. Emblema del goleador vero, poco tecnico, poco appariscente, ma tremendamente incisivo, è ad oggi il più grande marcatore italiano nella storia della Champions League con 50 reti.

5. Aldo Boffi (136 gol in 194 presenze) – Centravanti simbolo del periodo in cui il Milan, per ragioni politiche, dovette chiamarsi Milano. A cavallo fra gli anni ’30 e i ’40 si alternò in testa alla classifica cannonieri con Ettore Puricelli, grande goleador del Bologna.

4. José Altafini (161 gol in 245 presenze) – Ai piedi del podio uno dei più grandi goleador del Milan e del Brasile in assoluto. Altafini, uomo dei record anche al Palmeiras, al Napoli e alla Juventus, con la maglia rossonera vinse due scudetti e una Coppa dei Campioni, la prima della storia del Milan e di un club italiano in assoluto. In quell’edizione andò a segno 14 volte (record battuto in anni recenti da CR7), e mise a segno la doppietta che permise al Milan di superare per 2-1 in finale il Benfica.

Goleador Milan: il podio

3. Gianni Rivera (164 gol in  658 presenze) – Una media decisamente più bassa per una delle bandiere più amate della storia del Milan. D’altronde, Rivera non era un classico goleador. Era un artista, uno dei primi trequartisti moderni della storia del calcio, un assist-man fantastico. Se lo consideriamo un centrocampista, il più prolifico nella storia del nostro campionato. Traguardo considerevole per un calciatore unico, protagonista delle prime due Coppe dei Campioni della storia rossonera.

2. Andrij Shevchenko (175 gol in 322 presenze) – Il più grande calciatore della storia del calcio ucraino, uno dei goleador più straordinari che il Milan ricordi, capace di coniugare talento, fiuto del gol, classe, forza fisica e rapidità. Attaccante completo che portò nella bacheca rossonera una Coppa Italia, uno scudetto, una Supercoppa italiana, una Champions League e una Supercoppa europea. Vinse il Pallone d’oro nel 2004.

1. Gunner Nordahl (221 gol in 268 presenze) – Irraggiungibile, lo svedese Nordahl è stato senza ombra di dubbio uno dei centravanti più forti della storia del calcio. Un goleador del Milan capace di vincere cinque volte il titolo di capocannoniere in Serie A. Sono tanti i record che ha detenuto o che ancora detiene: è il più grande marcatore straniero nella storia del nostro campionato; è il terzo marcatore di sempre in Serie A dietro Piola e Totti; è l’unico ad aver raggiunto 225 gol in campionato mettendo a segno solo due rigori; è il calciatore con la media gol più alta (0,77 a partita) tra tutti quelli che hanno superato il muro dei 100 gol in Serie A. Nel 2016 Higuain, con 36 gol, ha superato il suo record di 35 gol in un campionato a girone unico, che resisteva da 66 anni.