L'accusa di Elly Schlein: "Triggiano? Non tolleriamo voti comprati"
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

L’accusa di Elly Schlein: “Triggiano? Non tolleriamo voti comprati”

Elly Schlein

Elly Schlein condanna fermamente la corruzione elettorale a Triggiano, sottolineando l’impegno del Pd per l’integrità.

La segretaria del Partito Democratico (Pd), Elly Schlein, ha preso una ferma posizione contro le pratiche illecite nel contesto elettorale, facendo luce sulla recente vicenda di Triggiano che ha scosso l’opinione pubblica. “La vicenda di Triggiano, se le accuse saranno confermate, è gravissima,” ha dichiarato Schlein, ponendo l’accento sulla intransigenza del Pd verso ogni forma di corruzione.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Voglio chiarire innanzitutto una cosa, la linea del Partito Democratico è molto chiara: non accettiamo voti sporchi. Non tolleriamo voti comprati,” ha enfatizzato, così come riportato dall’Ansa, sottolineando il rifiuto categorico del partito verso qualsiasi comportamento che minacci l’integrità del processo elettorale.

Elly Schlein
Elly Schlein

La chiarezza di Schlein: zero tolleranza per la corruzione

La segretaria del Pd, Elly Schlein ha poi ribadito l’impegno del partito nel rinnovarsi e nel costruire un’alternativa credibile e pulita alla destra politica italiana. “Ci siamo presi l’impegno a cambiare il Pd e stiamo lavorando a testa bassa ogni giorno per costruire un’alternativa a questa destra. Su questa linea e sulla legalità non indietreggeremo di un millimetro,” ha affermato, come riportato dall’Ansa.

Queste parole non sono solo una dichiarazione d’intenti ma rappresentano un appello alla base e ai funzionari del partito, invitati a essere vigili e attivi nel promuovere i principi di buona politica e legalità.

La vicenda di Triggiano: un campanello d’allarme

La situazione a Triggiano è diventata emblematica di una problematica più ampia, con il sindaco Antonio Donatelli e altre figure chiave come Alessandro Cataldo, marito dell’assessora regionale ai Trasporti della Puglia Anita Maurodinoia, e Armando De Francesco, ex consigliere municipale di Bari, finiti ai domiciliari.

Sono accusati di corruzione elettorale e associazione a delinquere, gettando ombre sulle elezioni comunali di Triggiano e di Bari. Questi eventi hanno acceso i riflettori su un fenomeno inaccettabile, contro il quale Schlein e il Pd stanno lottando con determinazione.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 4 Aprile 2024 17:49

La rivoluzione proposta da Matteo Salvini: ecco il piano “pace edilizia”

nl pixel