Lancia Florida Pinin Farina: geniale intuizione

Lancia Florida Pinin Farina: geniale intuizione

Giovanni Battista Farina, detto Pinin, fu uno dei più grandi e geniali carrozzieri italiani. Tra le sue ultime realizzazioni ci fu anche la Lancia Florida, splendida berlina dalle originalissime soluzioni.

Nei primi anni Cinquanta l’Aurelia era stata la vettura più prestigiosa di Casa Lancia, degna erede dell’Aprilia, tuttavia la rapida crescita del settore automobilistico spinse il professor Antonio Fessia, chiamato nel 1955 alla direzione tecnica, ad elaborare un nuovo modello partendo dallo straordinario motore 6 cilindri a V, con apertura a 60 gradi dell’Aurelia, il primo al mondo ad essere montato su una vettura di serie.

Fessia, geniale progettista di fama mondiale, lo ridisegnò completamente, ridimensionando, perfezionando la distribuzione e il manovellismo. Definito l’autotelaio di quella che diventerà la Flaminia, si decise come vestirlo. Fessia non ebbe dubbi, la nuova berlina di lusso di Casa Lancia doveva riprendere le linee della Florida, una magnifica due porte realizzata da Pinin Farina con la collaborazione del figlio Sergio sulla meccanica dell’Aurelia e presentata al Salone di Parigi del 1955. Vettura luminosissima, la Florida presentava la vetratura laterale ininterrotta e il padiglione raccordato alla coda tramite due elementi a pinna appena accennata nascenti dalle fiancate; quest’ultime avevano una sezione longitudinale a diedro.

La Lancia Florida era importante, elegante e nel contempo modernissima. Fessia affidò alla Pininfarina la realizzazione della carrozzeria della nuova Flaminia. Ne scaturì una berlina imponente eppure slanciata, molto bassa capace di mantenere elevate velocità di crociera, nell’ordine dei 160 km/h, con un comfort di marcia sino ad allora sconosciuto. All’interno finiture di prima classe che la imposero come una delle più lussuose e raffinate berline di quel periodo.

Tuttavia il geniale Pinin quando aveva ideato la Lancia Florida non si era limitato a una due porte, ma aveva elaborato anche una versione a quattro porte che mostrò ai saloni di Torino e Ginevra dello stesso anno. La Florida a quattro porte, costruita in soli quattro esemplari, è particolare per l’assenza del montante centrale, soluzione che richiede particolari rinforzi alla scocca, e per le portiere con apertura ad armadio che permettono di accedere a un lussuoso e confortevolissimo salotto. La soluzione delle porte ad armadio, unica e geniale per l’epoca, è stata rielaborata e ripresa oggi su alcune prestigiose limousine.

L’esemplare della collezione Lopresto, che ha conquistato i più ambiti premi nazionali ed internazionali, l’ultimo al Concorso d’Eleganza Pininfarina svoltosi a Torino nell’ambito del Salone del Valentino, ha il telaio 1006S ed è l’unico con guida a sinistra. Fu venduto negli Stati Uniti nel 1956.

Corrado Lopresto, la moglie Elena e Gigi a bordo della Lancia Florida
Corrado Lopresto, la moglie Elena e Gigi a bordo della Lancia Florida.

ultimo aggiornamento: 18-06-2015

X