Le parole di Landini sulla manifestazione di interesse del fondo americano Kkr su TIM: “Da tempo chiediamo che l’Italia si doti di una rete unica”.

Intervistato sulla notizia del momento, ossia la manifestazione di interesse di Kkr su TIM, il Segretario della Cgil Maurizio Landini ha espresso le proprie perplessità sull’operazione.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Interesse di Kkr su TIM, Landini chiede la rete unica

Parlando dell’operazione tra Kkr e TIM, Landini ha voluto ricordare che si tratta di un’operazione particolarmente complessa e delicata in quanto riguarda un settore chiave, quello delle telecomunicazioni. Inoltre il numero uno della Cgil è tornato a chiedere la rete unica, sulla quale il governo è in colpevole ritardo. Non bisogna inoltre dimenticare che il settore delle telecomunicazioni ha una parte importante nel PNRR italiano.

Parliamo di un settore strategico per il nostro Paese, quello delle telecomunicazioni. Da tempo chiediamo che l’Italia si doti di una rete unica di nuova generazione che sia in grado di connettere il territorio, ma tutto è in grave ritardo. Si pone, davvero, un problema di strategia industriale; si tratta di capire quale ruolo vuole giocare il governo, compreso il ricorso alle prerogative che la legge prevede in caso di acquisizioni da parte di soggetti stranieri di aziende strategiche“.

Maurizio Landini
Maurizio Landini

Landini: “Il governo non può semplicemente subire la logica del mercato”

Landini ha poi detto di augurarsi che il governo non si pieghi alla logica del mercato ma che difenda gli interessi occupazionali.

“Non conosco qual è il piano del fondo americano. Sono certo, tuttavia, che il governo non può semplicemente subire la logica del mercato ma deve esercitare un’azione di indirizzo funzionale agli interessi industriali ed occupazionali nazionali. E’ da tempo che le organizzazioni sindacali chiedono la costituzione di una rete unica e di un campione nazionale unico e competitivo capace di difendere e qualificare l’occupazione”.

TIM
fonte foto https://www.facebook.com/pg/TimOfficialPage

L’importanza della rete unica

Nel corso della sua intervista Landini è tornato anche sulla rete unica, in grado anche di rilanciare lo sviluppo industriale ed economico.

“Questo è un tema strategico decisivo. La costruzione di una rete nazionale di nuova generazione rappresenta il volano per lo sviluppo industriale digitale. Per questo proponiamo la costituzione di un’Agenzia nazionale per lo sviluppo industriale e di convogliare tutti i fondi per gli investimenti nei vari settori, compresi quelli previsti nella legge di Bilancio, in un unico grande Fondo speciale per la transizione industriale. Due operazioni propedeutiche ad eventuali alleanze e investimenti internazionali. Non possiamo continuare a dire che siamo il secondo Paese manifatturiero europeo e poi non abbiamo una strategia all’altezza, cioè in grado di gestire la transizione digitale ed ambientale”.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 22-11-2021


Caso Tim, il Governo apre al fondo Kkr (ma detta le condizioni)

Effetto Kkr, Tim vola in Borsa