LANGE 1: un calibro più evoluto

Sono ormai oltre vent’anni che il LANGE 1 è diventato l’icona di A. Lange & Söhne. La Manifattura lo considera una sorta di “Magna Carta”.

VENT’ANNI DI SUCCESSI – Eppure, dopo i successi raccolti fin dal 1994, è stato possibile migliorarlo ancora: il nuovo modello presenta infatti un calibro tecnicamente evoluto a carica manuale. Naturalmente, l’inconfondibile design del LANGE 1 non è stato invece cambiato.
Per capire l’origine di tanta fortuna, bisogna tornare all’ottobre del 1994, quando A. Lange & Söhne presentò un segnatempo autocelebrativo: il LANGE 1.

LA STORIA – I collezionisti ne furono entusiasti. Si trattò di un cambiamento, seppur nella tradizione, estremamente coraggioso: ma l’unione tra innovativo design, funzionalità eccezionali e perfezione artigianale, diede i suoi frutti, tanto che il LANGE sarebbe presto diventato un classico dell’orologeria. Un classico che oggi cambia: per in cinquantesimo della serie, ecco dunque il nuovo calibro per una collezione che offre agli appassionati 15 diversi modelli.

LA NOVITA’ – Vediamolo. Cominciamo col dire che il design del quadrante, col caratteristico design decentrato (Grande Data e indicazione di riserva di carica in evidenza) è rimasto lo stesso, ma presenta esternamente una lunetta leggermente più stretta: una caratteristica che dona maggiore apertura al quadrante. Invariate, invece, le dimensioni della cassa a 38,5 millimetri.

IL MOVIMENTO – La novità principale è costituita dunque dal nuovo movimento a carica manuale e che sottende al quadrante: numero di calibro L121.1, all’interno del quale si rispecchia il meglio di tutta l’esperienza maturata in 25 anni.

LE CARATTERISTICHE – Scatta a mezzanotte l’indicazione ォsaltante esattamenteサ della Grande Data, dopo aver accumulato per diverse ore, molto lentamente, l’energia per lo scatto.

Vi è di più: il LANGE 1 è stato fornito di scappamento ad ancora, bilanciere con eccentrici e spirale del bilanciere a libera oscillazione, che viene preparata direttamente in Manifattura.

L’oscillazione è quella di sempre: frequenza di 21.600 alternanze all’ora sotto il ponte del bilanciere inciso a mano. Sempre presente il doppio bariletto con la sua riserva di carica di 72 ore.

IL FONDELLO – Si possono meglio apprezzare tutti i pregi, osservando attraverso il fondello in vetro zaffiro: si noterà la platina a tre quarti in alpacca naturale, che è decorata con levigatura a nastro di Glashütte.

Un tipo di protezione che vanta una tradizione, per gli orologi da tasca, di 150 anni. Sopra, si avvitano infine gli otto castoni d’oro, fermati da viti brunite termicamente.

I COLORI DISPONIBILI – Diversi i colori: si possono avere con cassa/quadrante in oro giallo/champagne, oro rosa/argenté e platino/rhodié.

Dida
Il Lange & Söhne LANGE 1 simbolo di raffinatezza ed eleganza.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 09-02-2015

Enzo Caniatti

X