Il candidato repubblicano ha definito il suo piano economico per gli Stati Uniti.

La più grande rivoluzione fiscale dai tempi del presidente Ronald Reagan. Così il candidato repubblicano Donald Trump ha definito il suo piano economico per gli Stati Uniti, un piano annunciato da Detroit, città finita in bancarotta e simbolo, secondo Trump, del fallimento delle politiche economiche di Obama e della candidata democratica Clinton.

“La città di Detroit è l’esempio vivente del fallimento dell’agenda economica della mia avversaria. Ogni politica fallita in questa città e in molte altre è stata supportata da Hillary Clinton. Lei sostiene una tassazione alta che ha portato via il lavoro dalla vostra comunità”.

Trump ha promesso di ridare fiato all’economia americana tagliando le tasse alle famiglie e alle aziende. “Con il mio piano, nessuna azienda americana pagherà più del 15% di tasse. Ridurremo le vostre imposte dal 35 al 15 per cento”, ha detto.

Fonte: askanews

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 09-08-2016


India: Irom Sharmila interrompe digiugno durato ben 16 anni e si candida

In agosto più controlli in zone turisti e movida, queste le parole del Prefetto di Milano