Larry Tesler morto. L’informativo e ‘padre’ del ‘copia e incolla’ si è spento all’età di 74 anni. Ha lavorato anche con Steve Jobs.

ROMA – Larry Tesler è morto. Il mondo dell’informatica piange il ‘padre’ del ‘taglia, copia e incolla’. Una lunga carriera in questo mondo per il designer che nella sua vita ha lavorato per grandi aziende come per esempio Apple, Amazon e Yahoo.

Il suo decesso è avvenuto lunedì 17 febbraio 2020 ma i familiari lo hanno comunicato qualche giorno dopo. Diverse le persone che sono andate a salutare per l’ultima volta il grande informatico americano.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Chi era Larry Tesler

Nato a New York il 1945, Larry Tesler ha iniziato ad impegnarsi sulla ricerca sull’intelligenza artificiale subito dopo la laurea in Informatica a Stanford. Il suo nome resterà per sempre legato a questo mondo per l’invenzione dei tasti “taglia, copia e incolla” che sono presente ormai da diversi anni sulla nostra tastiera.

Invenzione che ha permesso a Tesler di farsi conoscere da tutte le più grandi aziende mondiali tanto che nel 1980 è passato ad Apple. E’ stato proprio Steve Jobs di persona a volerlo a Cupertino. 17 anni trascorsi nella multinazionale prima di dare vita ad una propria azienda, la Stagecast Software, che sin dai primi anni ha guardato con un attenzione ai bambini e ad una programmazione più facile per renderla accessibile anche ai più piccoli.

Negli anni 2000 il ritorno in due grandi aziende come Amazon e Yahoo per poi darsi solo alla consulenza.

Larry Tesler morto

La morte di Larry Tesler lascia sicuramente un vuoto incolmabile nel mondo dell’informatica. Negli ultimi anni il ‘padre’ del ‘taglia, copia e incolla’ è stato molto attivo con le consulenze.

La famiglia ha preferito mantenere il massimo riserbo sulle cause della morte. E sono già diverse le persone che sono andate ad omaggiare Larry dopo il suo decesso.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 20-02-2020


Brescia, vittima di ‘revenge porn’ licenziata per danno di immagine

Londra, meuzzin accoltellato in una moschea: arrestato l’aggressore