Las Vegas, sparatoria durante un concerto, cinquatotto morti e almeno cinquecento i feriti

Sono oltre 400 i feriti nella sparatoria di Las Vegas. Fermata una donna sospettata di avere legami con Paddock. Il fratello del killer: “Siamo scioccati”.

21.15 – Il numero dei morti è salito a 58 mentre i feriti sono oltre 500. Una tragedia sicuramente immane che non ha avuto precedenti negli Stati Uniti.

15.38 – Cresce il numero dei feriti nella sparatoria di Las Vegas. L’ultimo aggiornamento parla di 400 persone. Nel frattempo, la donna fermata e sospettata di avere legami con il killer ha un nome e cognome: Mary Lou Dandley. Da quanto appreso, la 61enne viveva con l’omicida, Stephen Paddock.

Esclusa la matrice terroristica: “Non consideriamo la sparatoria un atto di terrorismo – riferisce la polizia di Las Vegas – sembra più un’azione di un lupo solitario”. Fra i 50 morti (il bilancio è destinato a salire) ci sono anche due agenti fuori servizio, che si trovano nella zona dei casinò per assistere al concerto.

Arrivano anche le parole di Eric Paddock, fratello del killer di Las Vegas: “Non c’era alcuna indicazione che potesse fare una cosa del genere – ha dichiarato – era uno normale. Qualcosa deve essere successo, deve aver perso la testa, siamo scioccati”.

14.24 – È salito a cinquanta il bilancio delle vittime, a duecento quello dei feriti. Fermata una donna asiatica che avrebbe contatti con il killer.

Sangue e morte a Las Vegas nella zona dei casinò dove, poco distante da un concerto organizzato per il festival country “Route 91 Harves”, un uomo avrebbe sparato sulla folla dal trentaduesimo piano dell’hotel Mandalay Bay.

Al momento il bilancio parla di venti morti e almeno un centinaio di feriti. L’uomo sospettato di aver aperto il fuoco è stato ucciso e la polizia esclude che possano esserci altri killer in azione. Da verificare se l’accaduto fosse il gesto folle di un singolo o se dietro questi avvenimenti ci sia la matrice terroristica.

ultimo aggiornamento: 02-10-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X