Nata a Macerata il 28 aprile 1961, Laura Boldrini è stata funzionaria dell’Onu prima di intraprendere la carriera politica. Dal 2013 al 2018 è stata presidente della Camera.

Laura Boldrini compie 60 anni. L’ex presidente della Camera è nata infatti il 28 aprile 1961 a Macerata da un’insegnante di arte e di un avvocato originari di Matelica.

Studio e viaggi all’Estero

Si iscrive alla Facoltà di Giurisprudenza a Roma. Nell’estate del 1981 decide di andare a lavorare per tre mesi in Venezuela in una piantagione di riso, per poi intraprendere un viaggio per l’America Centrale, Messico e Stati Uniti. La giovane Boldrini alterna così mesi di studio a mesi in viaggio per il mondo.

Funzionaria Onu

Dopo aver lavorato per la Rai (in radio e in televisione), nel 1989 intraprende una carriera professionale all’Onu: si occupa della produzione radio e video della Fao, e a partire dal 1993 lavora come portavoce per l’Italia presso il World Food Program, il Programma Alimentare Mondiale. Tale impegno dura fino al 1998: in quell’anno, infatti, diventa portavoce dell’Alto Commissariato per i Rifugiati dell’Organizzazione delle Nazioni Unite.

Laura Boldrini
fonte foto: https://www.facebook.com/pg/Laura-Boldrini

Laura Boldrini alla guida della Camera

Nel 2013 entra in politica, candidandosi alla Camera dei Deputati in occasione delle elezioni politiche come capolista di Sinistra Ecologia Libertà nelle circoscrizioni Marche, Sicilia 1 e Sicilia 2, fortemente voluta dal leader Vendola. Il 16 marzo viene eletta Presidente della Camera dei Deputati con 327 voti su 618, diventando la terza donna della storia della Repubblica italiana a ricoprire tale ruolo, dopo Nilde Iotti e Irene Pivetti. Guida l’incarico per tutta la legislatura. Nel 2018 viene rieletta nelle liste di Liberi e Uguali. A settembre 2019, tuttavia, lascia il gruppo e entra nel Partito Democratico.


Recovery plan, il Parlamento approva il piano

È pronta la relazione sul Ponte sullo Stretto di Messina