Il presidente della Camera si scaglia contro gruppi e organizzazioni di ispirazione fascista. Laura Boldrini ha detto chiaramente che in democrazia non c’è spazio per queste idee.

MILANO – Laura Boldrini si è recata ieri pomeriggio nel quartiere milanese di Niguarda. Il presidente della Camera ha reso omaggio al murales antifascista di via Majorana, dedicato alla partigiana Gina Galleotti Bianchi (uccisa il 24 aprile 1945) e ridipinto dopo essere stato più volte imbrattato con svastiche croci celtiche e scritte inneggianti a Forza Nuova.

No al Fascismo

Tutti i gruppi che si ispirano al fascismo vanno sciolti. Noi dobbiamo dirlo con forza: i gruppi che si rifanno a una ideologia fascista vanno sciolti. Non c’è spazio per loro in democrazia. Non c’è posto per loro nel nostro Paese, nella nostra Repubblica che è antifascista. Ci tenevo a affermare questo concetto qui, in questo luogo che rappresenta la forza della città di Milano nei confronti del fascismo“.

Sale il livello dello scontro

Nel frattempo, violenti scontri a Napoli tra attivisti dei centri sociali e le forze dell’ordine. Gli antagonisti hanno cercato di sfondare il cordone eretto dalla polizia davanti all’Hotel Ramada, poco distante dalla stazione ferroviaria, dove si stava svolgendo un incontro elettorale di Casapound alla presenza del leader Di Stefano.  Sono scoppiate bombe carta e sono stati lanciati fumogeni. Scese di guerriglia che hanno terrorizzato i passanti. “L’Italia è un paese dove non c’è spazio per razzismo e fascismo. Il nostro nemico è dentro l’hotel Ramada. In Italia non c’è spazio per la Lega e Casapound“, hanno detto membri dei centri sociali.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
Casa Pound fascismo Laura Boldrini Liberi e Uguali

ultimo aggiornamento: 19-02-2018


Verso le elezioni, Silvio Berlusconi: “Senza maggioranza torneremo a votare”

Nuovo terremoto in casa M5s