Lazio, Inzaghi non si fida: “Il Benevento non merita la posizione che ha”

Il tecnico biancoceleste alla vigilia della sfida coi campani: “Dovremo giocare con intensità, loro sono in salute“.

chiudi

Caricamento Player...

Sulla carta, la Lazio domani è attesa dall’impegno più semplice della stagione. Nel lunch match sarà ospite del Benevento, fanalino di coda di questo campionato con il record non felice di dieci sconfitte in altrettante gare. Ma Simone Inzaghi non si fida dei campani. Queste le sue parole in conferenza stampa, riportate dalla Gazzetta dello Sport: “Per quel che ho visto il Benevento non merita la posizione che ha. Non dobbiamo peccare di presunzione. Dovremo fare una partita di intensità, perché loro sono in salute. Ho osservato le loro ultime due partite, quelle successive al cambio di allenatore, e non hanno giocato male. Probabilmente il pericolo più grande che corriamo è di imbatterci in un calo di tensione. Il Benevento col cambio di allenatore ha avuto una scossa. La mia squadra però è matura, sappiamo che stiamo facendo bene, ma anche che è importante continuare così. Siamo consapevoli che se caliamo di intensità diventiamo una squadra normale“.

Inzaghi su Lulic: “Ha capito di aver sbagliato

Risolto anche il caso Lulic. Il bosniaco a Bologna aveva preso male la sostituzione, ma Inzaghi chiarisce: “Senad è un grande uomo e un ottimo capitano, ha capito subito di aver sbagliato. Ho un bel gruppo, che rema tutto nella stessa parte. Non possono sempre giocare tutti, ma i ragazzi lo sanno. Milinkovic e Immobile? Sergej ha segnato prevalentemente in trasferta, lo so, ma è una coincidenza. A volte ci scordiamo che ha solo ventidue anni, ha ancora margini di miglioramento. Ciro a Bologna ha giocato benissimo, ha avuto tante occasioni. Ha colpito tre pali, ha fatto partire l’azione del primo gol. Non è un problema non abbia segnato, l’importante è che abbia occasioni. È stata solo una giornata storta“.