3 ottobre 1999, Lazio-Milan 4-4 con tripletta di Shevchenko

Nel ’99, Lazio-Milan è stata la sfida per la vittoria dello Scudetto, con la grande rimonta dei rossoneri ai danni dell’undici di Eriksson. Nel campionato successivo, la gara dell’Olimpico è a dir poco spettacolare e finisce con un incredibile 4-4.

chiudi

Caricamento Player...

Il campionato 1998/99 è stato uno dei più emozionati della storia della Serie A, con la sfida Lazio-Milan che ha dato vita a un finale inaspettato: la formidabile formazione di Eriksson avanti di 7 punti , l’undici di Zaccheroni che rimonta e vince lo Scudetto.

Il campionato 99/2000

Nella stagione successiva, i rossoneri devono difendere il titolo mentre i biancocelesti cercano il riscatto. Oltre a queste due compagini, c’è da tenere d’occhio la Juventus di Ancelotti. Il Milan, in estate, ha fatto sbarcare in Italia Andrij Shevchenko, promettentissimo attaccante ucraino di 22 anni, pagato 41 miliardi di lire alla Dinamo Kiev. Il bomber venuto dall’Est impatta subito molto bene e segna nella prime due gare di campionato e nella gara casalinga di Champions contro il Galatasaray. Con il classe ’76, i rossoneri hanno un tridente di fuoco completato da Bierhoff e Weah. Dopo le prime quattro di campionato, il Milan raccoglie un bottino di 8 punti, frutto di due vittorie a San Siro e di due pareggi in trasferta.

Lazio-Milan 4-4!

Il 3 ottobre 1999, all’Olimpico di Roma, il calendario mette difronte le due compagini che si sono contese l’ultimo Scudetto. I biancocelesti, inoltre, hanno vinto al Coppa delle Coppe e la Supercoppa Europea. Le credenziali per una gara all’insegna dello spettacolo ci sono tutte. Veron, approfittando di un errore di Ayala, batte Abbiati e la Lazio va avanti. Il pareggio del Milan è frutto di un autogol di Mihajlovic nel tentativo disperato di chiudere la conclusione di Weah. I biancocelesti poi vanno sul doppio vantaggio con un gol rocambolesco (ultimo tocco di Abbiati, ndr) e con un colpo di testa micidiale di Salas. A quel punto, ecco lo Shevchenko-show: dribbling, Marchegiani saltato e tiro sotto la traversa! L’ucraino pareggia su rigore e poi porta il Milan in vantaggio con un sinistro in diagonale. Salas fa doppietta e fissa il punteggio finale sul 4-4!