Simone Inzaghi al termine di Lazio-Torino: “Ci sentiamo derubati anche se gli errori non devono essere un alibi”.

ROMA – Simone Inzaghi non ci sta e sbotta ai microfoni di Sky Sport al termine di LazioTorino: “Oggi – dichiara – ci sentiamo derubatiAdesso ora io devo far lasciare alle spalle tutte. Probabilmente stasera non ci sono riusciti a farlo alla fine del primo tempo però è la quarta domenica di fila che succede qualcosa contro. Ho provato a fare qualche cambio per far rimanere lucida la squadra ma non ci sono riuscito. Ora dobbiamo essere più bravi di prima e continuare a fare bene e ripartire. A Genova ero contento per essere ripartiti ed ora dobbiamo obbligatoriamente rifarlo. Gli errori non devono essere un alibi. Il primo tempo non mi ha entusiasmato anche se abbiamo avuto grande occasioni. Le mie sensazioni erano che senza quello che è successo potevamo portare a casa i tre punti”.

Simone Inzaghi sul VAR: “Il calcio sta cambiando. Ormai si aspetta il computer”

Simone Inzaghi contesta anche il VAR: “Mi dispiace che sta cambiando il calcio. I guardalinee e gli arbitri non stanno più arbitrando. Oggi l’attore principale non era Giacomelli, ma Di Bello perché era al VAR”. Conclusione finale sul contatto BurdissoImmobile: “Nicolas ha parlato anche con l’arbitro di non andare a controllare il VAR perché si erano chiariti in campo“.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
calcio Lazio Lazio-Torino Serie A Simone Inzaghi

ultimo aggiornamento: 11-12-2017


Serie A, Lazio-Torino 1-3: il VAR condanna i biancocelesti. I granata ritrovano il successo

Tim Cup, le probabili formazioni di Inter-Pordenone: molti cambi per Spalletti