La classifica delle auto più rubate nel 2020: il podio è tutto FIAT, la Panda ha lo sfortunato primato. La Campania è la Regione con più furti.

Arriva da LoJack Italia la classifica delle auto più rubate nel corso di 2020, anno durante il quale il lockdown non ha frenato l’odiosa pratica. Nella sfortunata classifica dei modelli più rubati, troviamo tre FIAT sul posto. Insomma, le italiane piacciono ai malintenzionati.

Le auto più rubate nel 2020

Per il secondo anno consecutivo al primo posto delle auto più rubate in Italia troviamo la FIAT Panda, con 7.415 furti nel corso dell’anno. In poche parole una macchina rubata su dieci è una Panda.

Al secondo posto della sfortunata graduatoria troviamo un’altra FIAT, la Cinquecento, con più 6.800 sottrazioni.

Sul gradino più basso del podio troviamo ancora una FIAT, la Punto, con 5.200 furti segnalati circa.

Fuori dal podio troviamo la Lancia Y, poi la Golf. Completano la top 10 delle auto più rubate nel 2020 la Fortwo Coupè, la Clio, la Fiesta, la Corsa e la UNO.

Numeri alla mano, questi dieci modelli rappresentano quasi la metà dei furti d’auto commessi in Italia nel corso del 2020.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Automotive
Automotive

Dove avvengono i furti: la Campania è la Regione con più segnalazioni

Dal punto di vista geografico, la Campania è la Regione con più furti d’auto: nel 2020 il calo rispetto al 2019 è stato esiguo e in totale sono stati denunciati quasi 20.000 furti.

Le altre Regioni pericolose per gli automobilisti sono il Lazio, la Puglia, la Sicilia e la Lombardia. Includendo la Campania, in queste cinque Regioni abbiamo più dell’ottanta per cento dei furti segnalati nel corso dell’anno.

La situazione nel 2021

“I dati sui furti che abbiamo registrato in questi primi 5 mesi del 2021 sono allarmanti in quanto fotografano una ripresa significativa del fenomeno rispetto allo scorso anno. Stando alle nostre rilevazioni, si stima una crescita del 25% degli episodi e, con il venir meno delle restrizioni alla circolazione e l’estate alle porte, è facilmente ipotizzabile che i numeri tenderanno a salire. Per evitare di restare vittima di questo crimine, ancor più sgradevole nel periodo delle vacanze, è necessario prestare massima attenzione mentre si è alla guida, quando si lascia anche per pochi minuti la propria vettura e soprattutto difendersi in maniera adeguata grazie alle tecnologie disponibili, garantendo un intervento rapido ed efficace dopo l’eventuale sottrazione“, ha comunicato Maurizio Iperti, Senior VP LoJack EMEA e AD di LoJack Italia.


Presentato il nuovo piano sul clima dell’Ue: stop alle vendite di auto a benzina dal 2035

F1, a Silverstone si corre sul ‘rettilineo Hamilton’