Le detrazioni possibili per l’acquisto di abitazioni da imprese costruttrici

Quando è entrata in vigore la normativa e come beneficiarne

chiudi

Caricamento Player...

A quanto ammontano e a quali anno fanno riferimento le detrazioni possibili per l’acquisto di abitazioni da imprese costruttrici? I dettagli delle misure fiscali prese dal governo per incentivare l’acquisto di nuove abitazioni.

A quanto ammontano le detrazioni per l’acquisto diretto di una casa dall’impresa di costruzioni?

Non tutte gli immobili destinati ad abitazione danno diritto a tali sgravi: le case acquistate devono avere destinazione residenziale ed essere di classe energetica A o B e non inferiore. L’agevolazione è estesa anche all’acquisto delle pertinenze di un’abitazione, a patto che l’acquisto di esse avvenga contemporaneamente a quello dell’immobile destinato a uso abitativo e non in seguito.

Attualmente è possibile detrarre dall’IRPEF lorda il 50% dell’ammontare dell’IVA in relazione all’acquisto di una casa dall’impresa di costruzioni che l’ha eretta o ristrutturata. E’ fondamentale ai fini dell’ottenimento della detrazione che le parti in causa non si siano avvalse del servizio di alcun mediatore.

La detrazione sarà ripartita in 10 quote annuali di eguale importo: una quota potrà essere detratta nell’anno in cui l’acquisto è avvenuto, le restanti 9 saranno detratte nei nove anni fiscali successivi.

Nel 2016 l’Agenzia delle Entrate ha stabilito che fosse possibile cumulare questa detrazione con la detrazione per interventi di ristrutturazione a patto che la compravendita riguardi un immobile (un appartamento) facente parte di un edificio interamente ristrutturato dall’impresa da cui il contribuente acquista l’immobile.

Entro quando usufruire delle detrazioni possibili per l’acquisto di abitazioni da imprese costruttrici

Il limite ultimo per sottoscrivere il contratto di acquisto di una casa direttamente dall’impresa di costruzioni è stato fissato dal Decreto Milleproroghe al 31 Dicembre 2017. In tal senso è necessario che il pagamento dell’IVA avvenga tra il 2016 e il 2017. 

Se fossero stati corrisposti degli anticipi prima del 2016, l’IVA imposta su di essi non potrà essere detratta.
certificato_unicasim