Le donne programmano meglio degli uomini: lo dice la scienza

La scienza contro i luoghi comuni. Secondo una recente ricerca, le donne programmano meglio degli uomini, almeno secondo la prima indagine.

chiudi

Caricamento Player...

Quando si pensa al digitale, e in particolare alla programmazione, uno dei primi luoghi comuni è che si tratti di un lavoro soprattutto per uomini. In effetti le statistiche sul mondo della programmazione parlano di una schiacciante maggioranza maschile, al punto che anche Google è in prima linea per cercare di aprire questo mondo alle donne.

Eppure, a quanto emerge dalla ricerca della North Carolina State University, le donne programmano meglio degli uomini. In altre parole, le ragazze che decidono di mettersi alla tastiera per scrivere codice lo fanno in modo migliore. Il risultato ottenuto dai ricercatori è ancora in attesa di controlli e revisioni da parte della comunità scientifica, ma il metodo utilizzato sembra solido. Lo studio è stato condotto sulla piattaforma GitHub, una delle più grandi comunità di sviluppatori al mondo, controllando l’attività di quattro milioni di persone in un giorno di accessi alla piattaforma. Le pull request, un particolare tipo di attività che richiede revisione, sono state accettate al 78,6 per cento se realizzate da donne e dal 74,6 per cento se realizzate da uomini.

Le donne programmano meglio ma devono essere in incognito

Il dato più curioso, riguarda la disparità notevole fra la percentuale di successo quando le donne palesano il loro genere. La percentuale infatti cala drasticamente quando la community sa di avere a che fare con le revisioni fatte da una donna. In quel caso infatti crolla al 62.5 per cento. In altre parole, almeno su GitHub, c’è ancora un certo grado di pregiudizio nei confronti delle donne che scelgono un mestiere tecnico come la programmazione.

Fonte foto copertina: plantronicsgermany via Compfight cc