Le obbligazioni TLX appartengono al mercato gestito dall’omonima azienda, che fa parte dei gruppi bancari Unicredit e Intesa San Paolo.

I vantaggi per le obbligazioni TLX sono destinate soprattutto ai correntisti Intesa San Paolo, per questo motivo possiamo definire il mercato TLX semplice e creato da istituti di credito nostrani. Sono queste due società a gestire le compravendite all’interno di questo settore ed è per questo che la banca invoglia ad acquistare questa tipologia di obbligazioni.

Le Obbligazioni TLX: Costano meno per chi ha un conto corrente Intesa Sanpaolo

Inutile nascondere che Le obbligazioni TLX costano meno a chi è in possesso di un conto corrente Intesa San Paolo. Basta controllare i prezzi di vendita di alcuni titoli all’interno di questo mercato, per capire che chi è già correntista ha qualche vantaggio in più.

Lo svantaggio de le obbligazioni TLX? Potreste rischiare di entrare in un mercato di piccole dimensioni e per questo la liquidità potrebbe non essere elevata. Inoltre bisogna tenere a mente che il controvalore nella valuta italiana è molto più ridotto rispetto ai titoli di borsa e per questo non sono da escludere dei problemi.

Le obbligazioni TLX estere: I vantaggi sono numerosi

Situazione differente per le obbligazioni TLX estere, in questo caso chi acquista ha delle commissioni molto ridotte e può effettuare l’operazione di compravendita senza spendere cifre elevate. Calcolate che di base le commissioni minime possono avere dei vantaggi a dir poco interessanti a livello economico, rispetto a un mercato americano dove le obbligazioni non valgono allo stesso modo.

Quindi prima di acquistare questi titoli calcolate con la massima attenzione ogni dettaglio, valutate le scelte disponibili e troverete sicuramente il metodo migliore per investire e accedere a vantaggiose offerte a livello di bond finanziari. Il mercato TLX è ancora da scoprire e da testare prima che diventi popolare.

certificato_unicasim

ultimo aggiornamento: 23-03-2017


Titoli PAC cosa sono?

Azioni e Obbligazioni, le differenze tra i due prodotti