La candidata sovranista è ad un passo dal favorito Macron. La sua vittoria rischierebbe di portare alla Frexit.

Si è chiusa la campagna elettorale in Francia in previsione delle elezioni presidenziali di domenica 10 aprile. Nella corsa all’Eliseo resta primo il presidente uscente Emmanuel Macron ma subito dietro di lui avanza la candidata sovranista Marine Le Pen. Le sue idee estremiste fanno temere una Frexit, ovvero l’uscita della Francia dall’Unione Europea.

Anche se la candidata del Rassemblement National ha voluto moderare in apparenza la sua idea politica con un cambio di nome del partito e una «dédiabolisation» della sua persona, Marine Le Pen resta una leader di destra sovranista. Quest’immagine più moderata l’ha portata ad un consenso maggiore tanto da ridurre visibilmente il margine di vittoria tra lei e Macron. Ma c’è chi la appoggia proprio per le sue idee più estremiste.

Nel 2017 parte del suo programma era la Frexit, ovvero l’uscita della Francia dall’Unione Europea. Oggi questa proposta non è più nel programma di Le Pen ma una simile prospettiva continua a spaventare i mercati europei. Nonostante non sia stato menzionato da Le Pen in questa campagna elettorale, le sue idee sovraniste e poco europeiste rispecchiano ancora molto la sua linea politica. Se Marine Le Pen dovesse vincere al ballottaggio con Macron il 24 aprile, non si escluderebbe in futuro un’uscita della Francia dall’Unione.

bandiera francese francia
bandiera francese francia

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

I sondaggi mostrano la sfiducia dei francesi nei confronti dell’Ue

Secondo gli ultimi sondaggi, e come dimostra il suo alto indice di gradimento per queste elezioni, Le Pen non è l’unica che sarebbe a favore di una Frexit, ma è un pensiero molto comune tra i francesi. Il giornale francese L’Incorrect mostra che l’ultimo eurobarometro registra la Francia come il paese che ha meno fiducia nell’Unione europea. Solamente il 32% dei francesi ha fiducia nell’Ue. Un dato che va al ribasso, infatti, secondo l’indagine statistica la fiducia nell’Unione è diminuita di 7% rispetto al 2021, classificando così la Francia come l’ultimo paese europeo che ha fiducia nell’Ue.

Anche il sentirsi cittadini europei è molto basso tra i francesi, solo il 56%. Un dato ancora più basso riguarda l’euro, solo il 37% giudica positivamente la moneta unica. La prospettiva di un referendum simile a quello effettuato dalla Gran Bretagna nel 2016 non è una possibilità così remota se dovesse vincere Marine Le Pen.

La candidata sovranista di estrema destra ha nascosto le sue idee estremiste grazie al candidato molto più aggressivamente estremista Éric Zemmour che hanno fatto sembrare Le Pen una moderata. Un dato sorprendente è che ad una proposta di Frexit i francesi potrebbero rispondere in modo favorevole portando anche la Francia a lasciare l’Unione.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 09-04-2022


I micro reattori: la nuova frontiera dell’energia nucleare

UE: Consegnate le carte per l’adesione all’UE a Zelensky