Si ragiona sulle prime riaperture: le regioni che possono diventare gialle ad aprile. Il punto della situazione dal punto di vista epidemiologico.

Il governo ragiona sulle riaperture dalla seconda metà di aprile e in settimana dovrebbe fare il punto della situazione (dal punto di vista epidemiologico, innanzitutto) per valutare se ci siano Regioni con uno scenario da zona Gialla. Proprio in queste regioni si potrebbe procedere con un allentamento delle restrizioni già nella seconda metà del mese. Ma non si tratterà di un liberi tutti. Con ogni probabilità sarà un ritorno anticipato alla zona Gialla, quindi con la riapertura di bar e ristoranti fino alle 18.30 e con la possibilità di spostarsi liberamente all’interno della propria Regione. Ma quali sono le Regioni che potrebbero diventare gialle ad aprile?

I criteri di valutazione

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi è stato molto chiaro su quelli che sono i criteri da analizzare per le riaperture. Si dovrà avere un indice Rt basso così come dovrà essere bassa l’incidenza. La grande novità è che le riaperture sono legate anche alla campagna di vaccinazione. Se le Regioni saranno state in grado di immunizzare una buona percentuale di soggetti fragili allora potranno godere di un allentamento delle restrizioni.

Vaccino Covid
Vaccino Covid

Le Regioni che potrebbero diventare gialle ad Aprile

Al momento non è stata convocata la cabina di regia, quindi i dati-chiave per le riaperture potrebbero essere quelli del monitoraggio del 16 aprile.

In base ai dati disponibili nella giornata del 12 aprile, possono sperare nella zona Gialla il Lazio, il Veneto, le Marche, il Molise. In queste 4 Regioni i fattori di rischio sono tendenzialmente sotto la soglia di allerta e potrebbero consolidarsi nel corso dei prossimi giorni. A questo punto sarebbe lecito sperare in un passaggio in zona Gialla prima del mese di maggio.

Le regole in zona Gialla

In zona Gialla è possibile spostarsi liberamente all’interno della propria Regione. Resta in vigore il divieto di spostamento tra Regioni se non per motivi di salute, lavoro o necessità e resta in vigore il coprifuoco, quindi il divieto di circolazione dalle 22.00 alle 5.00 del mattino seguente.

I negozi sono aperti ma nei festivi e nei prefestivi scatta la chiusura dei centri commerciali.

Inoltre in zona Gialla bar e ristoranti restano aperti al pubblico fino alle ore 18.30.

In zona Gialla si dovrebbe procedere con la riaperture dei cinema, dei teatri e dei musei.

Per quanto riguarda la scuola, si procede con la didattica in presenza ma con una quota di Dad alle superiori.

TAG:
coronavirus primo piano

ultimo aggiornamento: 12-04-2021


Arriva Johnson and Johnson, come funziona il vaccino monodose

Covid, la variante sudafricana è la più ‘pericolosa’ per Pfizer