Lega, condannati Renzo e Umberto Bossi. Salvini: “Dispiace dal punto di vista umano”

Due anni e mezzo a Umberto Bossi mentre al figlio Renzo un anno in meno: “Me l’aspettavo”, la reazione del più piccolo.

chiudi

Caricamento Player...

Sono stati condannati dal Tribunale di Milano per aver usato fondi del partito a fini personali Renzo e Umberto Bossi. Due anni e mezzo al padre mentre il figlio dovrà scontare un anno in meno. In carcere anche l’ex tesoriere della Lega Francesco Belsito che è stato condannato a 2 anni e 6 mesi.

Renzo Bossi: “Me l’aspettavo. Questo è solo il primo grado”

Subito dopo la sentenza a parlare è stato Renzo Bossi che ha dichiarato di “aspettarsi la condanna ma che è solo il primo grado e noi andremo avanti“. “Sono stato assolto – continua – da una parte delle accuse e dopo cinque anni non ci sono le prove che io abbia preso i soldi. La Lega non ha mai pagato le mie multe né la laurea in Albania dove non sono mai stato. Non ho nulla da rimproverarmi, ho creduto nel progetto del partito fino in fondo ma se si andasse a votare domani mi farebbe piacere vedere prima i programmi“.

Matteo Salvini: “Mi dispiace dal punto di vista umano. Ma loro rappresentano il passato”

Sulla condanna ha detto la sua anche il leader della Lega Matteo Salvini: “Dispiace dal punto di vista umano ma fa parte di un’altra era politica. Noi abbiamo rinnovato uomini e progetti“.