Italia al voto anticipato? Dominio della Lega alle urne

I sondaggi danno la Lega come primo partito. Il Pd al secondo posto, il Movimento Cinque Stelle ancora sotto la soglia del 20 per cento.

Se l’Italia dovesse andare al voto anticipato, come sembra nelle ultime ore, la Lega sarebbe il primo partito. A dirlo sono gli ultimi sondaggi che prendono in considerazione le intenzioni di voto. Si tratta di dati che potrebbero facilmente essere smentiti dal voto reale, vero, ma intanto forniscono un’indicazione importante che segna per ogni partito la via da seguire. Non è un caso che tutti li guardino insomma.

Elezioni anticipate, Lega primo partito nei sondaggi

Nei sondaggi di fine luglio, riportati da il Corriere della Sera, la Lega si attesta senza dubbi come primo partito in Italia attestandosi al 36%. Un notevole balzo in avanti rispetto al 17% delle elezioni del 2018 e un moderato passo in avanti rispetto al 34% delle Europee.

Parlando in via prettamente ipotetica e con poche probabilità che il tutto diventi realtà, ritornando nella vecchia coalizione di Centrodestra, con Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi, il gruppo guidato da Salvini supererebbe il 50% dei voti.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial/

Il Pd avanti al Movimento Cinque Stelle

Sempre stando alle intenzioni di voto e sempre con le premesse annesse al valore effettivo di questi sondaggi, il Pd di Nicola Zingaretti dovrebbe attestarsi come secondo partito nonostante un lieve calo fatto registrare dalle Europee. Il Partito democratico viaggia sul 20,5% dei consensi, meno del 22,7% delle Europee ma quanto basta per rimanere davanti al Movimento Cinque Stelle.

Tracollo pentastellato nei sondaggi

Ad uscire sconfitto senza appello e senza ombra di dubbio sarebbe il Movimento Cinque Stelle. I pentastellati hanno iniziato la propria esperienza di governo con un travolgente 32,7% salvo poi scendere sotto la soglia del 20. Ora sarebbero al 17,8%.

ultimo aggiornamento: 09-08-2019

X