Legge elettorale, Berlusconi: “Pd e M5s devono mostrare senso di responsabilità”

Il Cavaliere ha invitato i principali partiti rivali a non “accantonare uno sforzo generoso sul quale avevamo trovato una convergenza”.

Il naufragio della legge elettorale sul modello tedesco alla prova della Camera ha spazientito i più, acuendo le distanze tra Pd e M5s. A tentare di riportare la serenità nella dialettica di questi giorni e, soprattutto, di salvare il ‘patto a quattro’ è Silvio Berlusconi. Il leader di Forza Italia ha rilasciato le seguenti dichiarazioni, riportate da il Giornale, dopo una riunione con i capigruppo a Palazzo Grazioli: “Penso che le elezioni senza una legge elettorale omogenea e adeguata siano molto difficili, pur a fronte della crisi politica in atto. Noi invece vogliamo che gli italiani possano scegliere al più presto da chi essere governati, dopo quattro governi non scelti dal popolo, con una legge elettorale che sappia rispecchiare senza alterazioni il consenso espresso dagli elettori. La legge in votazione è una soluzione di responsabile equilibrio. L’incidente di oggi in aula su un emendamento non condiviso dal quale Forza Italia h apreso immediatamente le distanze non è una buona ragione per accantonare uno sforzo generoso sul quale avevamo trovato una convergenza con il Partito democratico, con il Cinque Stelle e con la Lega“.

Berlusconi: “Bisogna continuare su questa strada

L’ex premier chiede quindi di insistere con la legge redatta in questi giorni: “È necessario continuare sulla sola strada che consenta elezioni rapide con una legge adeguata. Se il partito di Renzi non lo facesse, prendendo a pretesto un incidente d’aula, si assumerebbe una grave responsabilità. Mi auguro che il senso di responsabilità verso gli italiani prevalga anche nel M5s che, se davvero è interessato ad andare presto al voto e non agisce solo strumentalmente, dovrebbe favorire la rapida approvazione di una legge ampiamente condivisa“.

ultimo aggiornamento: 08-06-2017

X