Legge Elettorale, il PD boccerà il testo base. Alfano: “Noi voteremo sì”

Alfano annuncia in conferenza stampa: “Questa sera voteremo sì al testo presentato dal relatore”.

chiudi

Caricamento Player...

E’ terminata questa mattina la riunione dell’ufficio di presidenza del gruppo PD che ha deciso all’unanimità di votare “no” al cosiddetto Italicum bis e votare contro il testo base presentato dal relatore in commissione. Il Partito Democratico proporrà quindi la sua riforma elettorale che prevede 50% di collegi uninominali e 50% di proporzionale, un sistema senza preferenze e con una soglia di sbarramento del 5%.

La proposta molto probabilmente verrà bocciata questa sera

Molto probabilmente il testo base sulla legge elettorale – presentato giovedì scorso dal relatore Andrea Mazziotti – verrà dunque con ogni probabilità bocciato nella giornata odierna per i “no” del PD, della Lega, della SVP e della Direzione Italia.

Alfano non ci sta: “Noi voteremo sì. Due leggi diverse non possono esistere”

Il leader di AP, Angelino Alfano, ha parlato in conferenza stampa chiarendo la linea che adotterà il suo partito: “Questa sera – dice il Ministro degli Esteri – voteremo sì al testo presentato dall’impianto dell’Italicum. Noi ci troviamo in un ramo del Parlamento con una legge chiamata Italicum mentre al Senato c’è il Consultellum: non possono esistere due leggi diverse“. “Nei giorni scorsi – continua – noi abbiamo fatto una riunione e siamo arrivati a depositare un testo da Lupi e Misuraca su quello abbiamo avviato delle consultazioni, prima con i nostri alleati di governo ma ci hanno detto che non andava bene, così siamo andati in commissione ed il relatore di fronte a mille veti ha preso atto della realtà e siccome alla Camera una maggioranza aveva approvato l’Italicum, ha deciso di traslare questa legge al Senato. Ovviamente non era la nostra proposta ma voteremo a favore perché ci pare una posizione di buon senso”.