Leonardo Bonucci, la crisi continua: anche a Verona prestazione insufficiente

Il ritorno alla difesa a 4 non ha facilitato Leonardo Bonucci che continua ad essere un difensore irriconoscibile. I ricordi della Juventus sono lontani.

chiudi

Caricamento Player...

MILANO – La crisi di Leonardo Bonucci sembra infinita. Il difensore del Milan non è mai riuscito in questa prima parte di stagione a far intravedere le sue qualità, ammirate nella precedente esperienza alla Juventus. Anche a Verona partita insufficiente per il capitano rossonero, autore di molte sbavature. Il momento non è dei più facili per la squadra di Gattuso e per uscirne fuori serve la mano dei più esperti ma il centrale laziale al momento non sembra essere in grado di aiutare la squadra.

La squalifica di 2 giornate e il ritorno alla difesa a 4: Bonucci in difficoltà

Il momento difficile di Leonardo Bonucci era stato evidenziato sin dalle prime partite, confermando la sua difficoltà di giocare con la difesa a 4. Il rientro di Romagnoli ha permesso a Montella di sperimentare il trio difensivo ma miglioramenti non ce ne sono stati. Lo stop di due giornate dopo la gomitata a Lapadula sembravano aver fatto tornare il vecchio difensore, ma è stato solamente un ‘fuoco di paglia’. Due prestazioni all’altezza, l’eliminazione con l’Italia ed ecco di nuovo il baratro. L’arrivo di Gattuso ha portato alla bocciatura della difesa a 3 e il ritorno a 4 con Bonucci che non riesce ad uscire dalla crisi.

Leonardo Bonucci, cessione a giugno? Il Milan ci pensa

Dalla fascia di capitano al passaggio della difesa a 3: l’arrivo di Leonardo Bonucci non è mai stato realmente ben visto dallo spogliatoio rossonero. Al momento una sua cessione a giugno sembra difficile ma in casa rossonera si sta valutando anche l’opportunità, soprattutto in caso di arrivo di un’offerta irrinunciabile, l’idea di lasciarlo partire. Il futuro dell’ex Juventus sembra davvero in bilico, e al momento l’affare lo ha fatto il club bianconero…