Stellantis e Ferrari, la lettera di John Elkann agli azionisti di Exor per il bilancio del 2020: “Siamo entusiasti delle crescenti opportunità”.

Nella lettera agli azionisti di Exor relativa al bilancio 2020, John Elkann ha parlato del futuro di Stellantis e di quello della Ferrari, due temi caldi nel mondo dei motori.

John Elkann
John Elkann

La lettera di John Elkann agli azionisti di Exor: “Stellantis potrà offrire ai suoi clienti nuovi prodotti”

Grazie alla sua dimensione Stellantis potrà investire risorse per offrire ai suoi clienti nuovi prodotti grazie a un portafoglio di marchi rinomati. Inoltre, sarà in grado anche di aumentare significativamente la sua attuale gamma di modelli elettrificati: nel 2021, con 11 nuovi modelli ad alto voltaggio, prevediamo di quasi triplicare le nostre vendite globali di veicoli (BEV e PHEV) da 139 mila a 400 mila“, si legge nella lettera come riferito da la Repubblica.

Elkann ha parlato anche delle nuove sfide nel mondo della mobilità: “Siamo particolarmente entusiasti delle crescenti opportunità in settori quali la mobilità, il fintech e l’healthcare. Si tratta di settori che stanno attraversando forti cambiamenti strutturali, dove pensiamo che emergeranno nuove e grandi aziende leader”, si legge nella lettera. “In qualità di maggiori azionisti di Stellantis e di Via Transportation, ci troviamo nel cuore di questo cambiamento e abbiamo l’opportunità unica di potervi prendere parte nel prossimo decennio”, prosegue il messaggio di Elkann agli azionisti.

Logo Stellantis
fonte foto comunicato stampa

Capitolo Ferrari: “Il Cda sta facendo buoni passi avanti nel processo di selezione del leader giusto”

Per quanto riguarda il capitolo Ferrari, Elkann ha parlato della ricerca del nuovo numero uno dopo il passo indietro di Camilleri.

“Sono lieto di annunciare che il consiglio di amministrazione sta facendo buoni passi avanti nel processo di selezione del leader giusto che guiderà Ferrari verso una nuova era e verso traguardi ancora più grandi”


Quali sono le auto elettriche più vendute al mondo?

Istat, in calo il reddito delle famiglie, aumenta la pressione fiscale