L'ex Verona Adailton sul Milan: "Garanzia Boban, Paquetà deve crescere"

L’ex Verona Adailton sul Milan: “Garanzia Boban, Paquetà deve crescere”

Adailton, ex attaccante del Verona, ha risposto a Radio Rossonera in vista del match di Serie A contro il Milan: ecco cosa dice di Boban, Piatek e Paquetà

Come dimenticare Adailton Bolzan Martins: talentuoso attaccante classe 1997, giunto a Parma da giovanissimo e poi tornato in Italia dopo una parentesi al Psg, per diventare leader indiscusso del Verona. In vista del match tra gli scaligeri e il Milan, Radio Rossonera ha intervistato il brasiliano (attuale tecnico del Vigor Carpaneto in Serie D). Ecco le sue parole.

Adailton su Piatek: “E’ un bomber vero”

Su Boban. “Ho giocato contro di lui. Era un giocatore dal grandissimo talento e dalla grande personalità. Ha fatto la storia della Nazionale croata e sicuramente è stato un indiscutibile talento. Da dirigente ha vissuto la grande esperienza da dirigente della Fifa, adesso è al Milan e sicuramente sarà un valore aggiunto importante per i rossoneri“.

Del Verona mi piace Di Carmine, del Milan Piatek: un vero bomber, un attaccante imprevedibile che sa attaccare la profondità e anche giocare di sponda. Gli attaccanti vivono di questi momenti altalenanti. La stagione scorsa lui ci ha abituato benissimo dato che segnava a ripetizione. Un periodo negativo può capitare ed un goal sicuramente potrà sbloccarlo“.

Krzysztof Piatek
Krzysztof Piatek

Adailton: “Paquetà farà bene al Milan, ma deve migliorare”

Su Paquetà. “Il calcio ha bisogno di organizzazione e tattica ma sono i giocatori che entrano in campo e decidono le partite. Un po’ di libertà ci vuole sempre perché il talento si deve esprimere. È un talento giovane ma deve migliorare. Giampaolo dice questo perché Paquetà ancora deve entrare in determinati meccanismi di gioco. Sono certo però che farà molto bene al Milan e diventerà un giocatore che saprà far giocare bene i propri compagni“.

Sul Verona. “Juric mi piace molto perché sa lavorare molto bene con i giovani. È una squadra che ha grande aggressività e gioca ad alto ritmo ed intensità. Giocare così è esattamente ciò che ci vuole per salvarsi; il campionato italiano è molto più qualitativo rispetto a pochi anni fa“.

ultimo aggiornamento: 14-09-2019

X